Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LAZISE (VERONA)

Incidente a Movieland, una cremonese tra i feriti

Coinvolta nel ribaltamento di un trenino monorotaia insieme a sette persone

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

26 Agosto 2019 - 16:30

Incidente a Movieland, anche dei cremonesi tra i feriti

I soccorsi ai feriti dopo il ribaltamento del trenino monorotaia

LAZISE VERONA (26 agosto 2019) - C'è una donna cremonese tra le sette persone rimaste ferite ieri nel ribaltamento di un trenino monorotaia all’interno di Movieland, area a tema dedicata al cinema nel parco divertimenti di Canevaworld, a Lazise (Verona). Sono ancora da chiarire le cause dell’incidente. In soccorso dei feriti sono intervenuti i sanitari del 118 con l’elicottero di Verona Emergenza e tre ambulanze. Tre feriti sono stati trasportati a Verona, al Polo Confortini di Borgo Trento, altri quattro all’ospedale Pederzoli di Peschiera del Garda. La monorotaia permette ai visitatori di attraversare il parco osservandolo dall’alto.

«Tutte le nostre attrazioni sono sicure». Lo ha detto l’amministratore unico Fabio Amicabile di Movieland - Caneva Acquapark, precisando che il parco oggi è regolarmente aperto e l’unica attrazione sottoposta a sequestro è il trenino monorotaia «Back to the backstage» dopo il ribaltamento, ieri pomeriggio, di due carrozze, che ha causato il ferimento di sette persone, tra le quali due bambini di 3 e 5 anni, residenti a Calcinato (Brescia) con i genitori, rimasti a loro volta feriti. «C'è stata tanta paura, ma tutti sono fuori pericolo e siamo estremamente felici di questo - ha sottolineato Amicabile -. Siamo imprenditori del divertimento e il nostro impegno è mirato proprio a far trascorrere ai nostri visitatori una giornata di svago. La nostra famiglia gestisce da molti anni questi parchi e la mission è di soddisfare sotto ogni unto di vista i clienti». «Questa vicenda - ha aggiunto - ci ha colpito profondamente e devo dire che un evento del genere non era mai successo in tanti anni». Sull'incidente di ieri l’amministratore di Movieland non si è sbilanciato: «C'è un’indagine in corso e lasciamo che la magistratura completi il suo lavoro. Noi stessi vogliamo accertare se c'è stato qualche errore da parte nostra». «Abbiamo letto di testimoni che hanno raccontato di avere visto qualcuno sporgersi dai vagoni. Ecco, sicuramente una cosa che non va assolutamente fatta è sporgersi perché questo può rendere precario l’equilibrio del vagone. Ma c'è un’indagine che verificherà ogni caso e le eventuali responsabilità» ha concluso Amicabile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400