Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA

L'avventura, un sos per i fiumi

Il lungo viaggio del 35enne comasco Cristian Civati lungo l'Adda e il Po. A Cremona l'incontro con Catullo

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

26 Agosto 2019 - 08:32

pesce volante

Una fase del viaggio sul fiume Adda

CREMONA (26 agosto 2019) - L’ha chiamata ‘Pesce volante’ per rendere omaggio alla fiaba che il nonno gli raccontava quando era bambino e la sta utilizzando per sensibilizzare istituzioni e cittadini sul rispetto per l’ambiente. Stiamo parlando della speciale canoa, costruita interamente con materiale da riciclo e in particolare bottiglie in plastica, con la quale il 35enne di Como Cristian Civati sta raggiungendo la foce del Po. Dopo aver percorso l’Adda partendo da Olginate.
Nei giorni scorsi è passato da Pizzighettone, Castelnuovo Bocca d’Adda, si è immesso nel Po all’altezza di Isola Serafini di Monticelli e quindi ha fatto tappa a Cremona. Ieri è arrivato a Guastalla e conta di sbarcare a Porto Tolle, nel delta, entro la fine della settimana. Una discesa complessa, soprattutto perché affrontata con un mezzo non convenzionale. Il viaggio di Cristian sta andando avanti anche grazie agli amanti del fiume incontrati lungo il percorso, che ringrazia di cuore, ma gli inconvenienti non sono mancati: un ribaltone in acqua, qualche sbarramento di troppo, temporali improvvisi che hanno bagnato la sua tenda. Ma nonostante il ritardo sulla tabella di marcia, il 35enne è intenzionato a concludere il suo viaggio. Per ribadire che laghi, fiumi, torrenti e mari devono essere valorizzati e rispettat.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400