il network

Domenica 15 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


TEMPO LIBERO AI RAGGI X

Stili di vita, Cremona perde colpi

I risultati dell'analisi de Il Sole 24 Ore: in fondo alla classifica delle provincie italiane per densità turistica e permanenza nelle strutture

Stili di vita, Cremona perde colpi

Turisti in piazza del Comune

CREMONA (22 agosto 2019) - Sessantatreesima nella classifica generale - su un totale di 107 province censite - davanti a sette 'sorelle' lombarde (nell’ordine, Bergamo, Monza Brianza, Como, Pavia, Varese, Lecco e Lodi) con un punteggio complessivo di 197,5 (Rimini è prima con 545,3 e Enna ultima con 52,1). Seconda parte del tabellone per Cremona nella graduatoria dell'indice del tempo libero, proposta dal Sole 24 Ore come terza tappa di avvicinamento alla Qualità della vita 2019, l'edizione che celebra i trent'anni dell'indagine che il quotidiano economico finanziario dedica al buon vivere.


Dodici gli indicatori scelti per mettere a fuoco questa particolare declinazione del benessere: densità turistica (presenze per metro quadrato), permanenza media nelle strutture certificata dal numero di notti in base a presenze ed arrivi, ricettività e natura (numero di agriturismi ogni 1.000 km quadrati), spesa pro capite in euro per tutti gli spettacoli, ristoranti e bar ogni 100 mila abitanti; e poi librerie (esercizi ogni 100 mila abitanti), cinema (spettacoli ogni 1000) e teatro (anche in questo caso, la chiave di lettura fa riferimento al numero di rappresentazioni ogni 1000 abitanti), spesa pro capite per cinema e teatro, concerti, mostre ed esposizioni, sport; sempre con riferimento al totale degli eventi ogni mille abitanti. La performance migliore è quella che riguarda lo sport: Cremona è quindicesima, dietro a Lodi e davanti ad Udine. Seguono i concerti (ventiduesima posizione), la spesa pro capite per cinema e teatro (trentanovesima) e quella per tutti gli spettacoli (42esima). Restano nella prima parte della classifica, attestati al 49esimo posto, anche gli spettacoli cinematografici ogni mille abitanti. Poi bisogna scendere fin poco oltre la mezza classifica - al cinquantottesimo gradino - per l’offerta di mostre ed esposizioni ogni mille abitanti.
Le note decisamente dolenti cominciano con le librerie aperte ogni centomila abitanti, che vedono Cremona scivolare in settantesima posizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Agosto 2019

Commenti all'articolo

  • koglione

    2019/08/22 - 10:10

    non manca Roma? facciamoci coraggio, quando il sole farà la classifica mondiale delle piste ciclabili saremo secondi dopo il Tour de France!!!

    Rispondi