il network

Sabato 21 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. LA PROTESTA

Parco Monti come una giungla

Al Cambonino erba alta e arbusti fra i giochi appena inaugurati. Bona: «Da lunedì via agli sfalci in tutta la città». Interventi per 220 mila euro

Parco Monti come una giungla

CREMONA (18 agosto 2019) - Ha i giorni contati la giungla urbana del parco Monti, al Cambonino, che ha sommerso indisturbata cavallini a dondolo, altalene e gli altri giochi per bambini. Qui, come in altri parchi e aree verdi della città, infatti, da domani arriveranno i giardinieri delle cooperative sociali a cui è stato affidato lo sfalcio del verde. Lo assicura l’assessore all’Attenzione alle piccole cose, Rodolfo Bona, che spiega: «Da lunedì e per 15 o 20 giorni saranno effettuati gli sfalci in parchi, giardini e aiuole di molte zone della città, compresi i parchetti delle scuole. Si tratta di un piano di interventi che si aggira sui 220 mila euro di spesa e purtroppo non siamo riusciti a partire prima perché non c’erano soldi in cassa per questa attività. Un tempo — spiega Bona — le squadre delle Serre comunali erano composte da una trentina di operai, ma oggi sono rimasti in nove. E in questi anni il verde urbano è cresciuto. Dunque le Serre non sono più in grado di gestirlo e la manutenzione viene quindi appaltata a ditte esterne». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Agosto 2019

Commenti all'articolo

  • Edgardo

    2019/08/18 - 21:09

    Al contrario soldini per le irrigazioni di soccorso ( non si chiedono fertirrifìgazioni, queste sarebbero fantascienza e per le concimazioni, specialmente a fine inverno queste ultime sono un tabù), non ne esiste traccia alcuna.. Lasciamo bruciare tutto, i vivai sono stracolmi di nuovi alberi ed ad ogni primavera arriva " La festa dell'Albero" come a Crema ( Bus incendiato permettendo ). Egregio Direttore noto che i Suoi Lettori( e non solo i Suoi , l'andazzo è generalizzato) sono puntualissimi a segnalare le "giungle erbacee", non altrettanto a denunciare la morte per mancate irrigazioni di alberi, arbusti piantumati più o meno recentemente, certamente non pagate dai sindaci ma da Pantalone.

    Rispondi