Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Sul treno senza biglietto, donna aggredisce poliziotto

Agente della questura di Cremona difende il capotreno e viene preso a morsi

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

16 Agosto 2019 - 15:34

Sul treno senza biglietto,  donna aggredisce poliziotto

CREMONA (16 agosto 2019) - Stava raggiungendo l’aeroporto di Orio al Serio per prendere l’aereo e tornare a casa, nella sua terra di origine, per le vacanze estive. Ma è stato aggredito e ferito da una donna nigeriana che viaggiava sullo stesso convoglio — partito da Milano e diretto a Bergamo — e che, essendo salita senza biglietto, stava discutendo con il capotreno. Protagonista dell’accaduto, l’ennesimo fatto di cronaca degli ultimi mesi sulle carrozze del trasporto ferroviario regionale, un poliziotto della questura di Cremona, in quel momento fuori servizio. Il poliziotto, intervenuto nella discussione accesa tra la donna e il capotreno, è stato preso a graffi e morsi. Trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale orobico, ha subito lesioni giudicate guaribili in sette giorni. E ha anche perso il volo. La donna, incinta e con una richiesta di permesso di soggiorno in corso di valutazione, è stata presa in consegna dai colleghi della polizia ferroviaria di Bergamo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • themitch

    17 Agosto 2019 - 07:11

    Adesso verrà licenziato il capotreno e sospeso il poliziotto, scherziamo pretendere il biglietto da una nigeriana e per lo più incinta! Arrivano con i barconi e poi vanno avanti indietro da casa in aereo, c'è qualcosa che non quadra!?!?!?

    Report

    Rispondi

  • spippomv

    17 Agosto 2019 - 05:23

    Sono diversi, sono selvaggi, altro che integrazione e buonismo.... Fanno figli a ripetizione, tanto ci pensa papà stato a mantenerli, cioè noi italiani... Il futuro è già scritto da tempo.

    Report

    Rispondi

  • bvrtpt

    16 Agosto 2019 - 23:34

    Chissà perché, solo leggendo il titolo avevo già indovinato la provenienza della donna...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti