il network

Martedì 10 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


STAGNO LOMBARDO

Salmonella: distrutte le uova e mille galline abbattute

Giorgi (Ats): 'Abbiamo riscontrato che il focolaio era pericoloso per l'uomo'

Salmonella: distrutte le uova e mille galline abbattute

STAGNO LOMBARDO (9 agosto 2019) - Caso di salmonella pericolosa per l’uomo, uova distrutte e circa mille galline ovaiole abbattute per evitare la diffusione del focolaio. L’episodio si è verificato in un allevamento avicolo di Stagno Lombardo. Immediato l’intervento da parte dei veterinari dell’Ats Val Padana: le analisi hanno appurato che si trattava di un ceppo di salmonella pericoloso per le persone e quindi dopo l’abbattimento degli animali è stato portato avanti un accurato intervento di disinfezione dell’area. Si tratta dell’unico caso simile riscontrato in provincia di Cremona nel 2019.

«Riscontrata positività alla salmonella – spiega Maurilio Giorgi, direttore del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria dell’Ats Valpadana di Cremona – quindi uova e animali, circa mille galline ovaiole, sono momentaneamente stati posti sotto sequestro in attesa di analisi specifiche. E una volta confermata la pericolosità per l’uomo di questo ceppo abbiamo provveduto alla distruzione delle uova e all’abbattimento delle galline. All’allevatore spetta il compito di pulire, lavare e disinfettare l’allevamento. Poi noi come Ats ci occupiamo di fare dei tamponi ambientali per verificare che la disinfezione sia stata efficace. In questo caso la produzione può riprendere ma con animali che siano stati vaccinati rispetto al tipo di salmonella che in precedenza è stato riscontrato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Agosto 2019