il network

Domenica 25 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


NUOVE FRONTIERE

Programma spaziale europeo, Salini ha in mano il budget

L’europarlamentare cremonese è responsabile dei negoziati e dei programmi su cui l’Ue ha puntato 17 miliardi

[RECUPERARE IL TESTO] Programma spaziale europeo, Salini ha in mano il budget

STRASBURGO (22 luglio 2019) - Un cremonese ha in mano le chiavi (e il portafoglio) del Programma Spaziale Europeo. È Massimiliano Salini, rieletto al Parlamento europeo lo scorso 26 maggio con una valanga di voti. L’esponente di Forza Italia, ex presidente della Provincia di Cremona, nei giorni in cui si celebra il mezzo secolo dall’allunaggio è finito sotto i riflettori, contattato e consultato da decine di testate, in quanto relatore del Programma Spaziale del Vecchio Continente. Salini è responsabile del negoziato di due dossier pesanti: governance e funzionamento delle agenzie (inclusi i rapporti con la stessa Unione europea) e da ultimo (con la nuova legislatura) il budget fissato dall’Europarlamento per quel che concerne la ricerca spaziale che, anche grazie a Salini, è passato di recente da 16 a 17 miliardi di euro. Sono quattro i piani in cui si sviluppa il programma e per i quali è ripartito il budget. Due sono storici: Galileo e Copernicus. Altri due sono nuovi e di portata economica ridotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Luglio 2019