Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

L’orrore di via Massarotti, il giudice dice 'no' alla perizia psichiatrica

Era stata chiesta dai difensori di Kouao Jacob Danho, il 37enne ivoriano accusato dell’omicidio volontario e premeditato della piccola Gloria, la figlia di due anni

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

17 Luglio 2019 - 20:26

Kouao Jacob di nuovo sotto torchio

Kouao Jacob Dahno è accusato di aver ucciso sua figlia Gloria di 2 anni

CREMONA (17 luglio 2019) - Il gip ha detto no alla perizia psichiatrica chiesta dai difensori di Kouao Jacob Danho, il papà ivoriano di 37 anni detenuto nel carcere milanese di San Vittore per aver ucciso la sua bimba Gloria, di 2 anni, il 22 giugno scorso, sabato, nell’appartamento al secondo piano, in via Massarotti, dopo averle regalato due lecca-lecca acquistati nella tabaccheria vicino a casa. ‘No’ perché, secondo il gip non vi sono «elementi obiettivi ravvisabili». E non vi sono non solo in quanto i servizi sociali non hanno rilevato precedenti nell’uomo, ma anche e soprattutto, «a fronte dell’esito della valutazione psicologica» effettuata su papà Kouao Jacob al suo ingresso nel carcere di San Vittore.

A sua volta, il sostituto procuratore, Vitina Pinto, che contesta all’uomo l’omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, aveva espresso parere negativo all’istanza di incidente probatorio depositata dagli avvocati Santo Maugeri e Alessia Vismarra, proprio perché il gip nominasse un perito psichiatrico che accertasse la capacità di intendere e di volere di Kouao Jacob «al momento del fatto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400