il network

Martedì 15 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


ORRORE IN VIA MASSAROTTI

Povera Gloria, la lunga agonia di un angelo

Colpita due volte con un coltello, la piccola di 2 anni sarebbe morta dissanguata dopo ore di agonia. Emergerebbe dall’esame autoptico effettuato questa mattina

Povera Gloria, la lunga agonia di un angelo

La piccola Gloria e gli inquirenti mentre entrano nell'appartamento dove la bimba è stata uccisa dal padre

CREMONA (25 giugno 2019) - Quando, nove di sabato mattina, il suo papà è andata a prenderla nella casa famiglia di via Bonomelli e l’ha presa per mano per incamminarsi, insieme, verso l’appartamento di via Massarotti, Gloria, 2 anni, una bimba bellissima con due grandi occhi neri, era serena. E quale bimba non lo sarebbe? Era contenta di trascorrere qualche ora con chi l’ha messa al mondo. Pensava di giocarci insieme. E invece no. Nella camera da letto, il suo papà Kouao Jacob Danho l’avrebbe colpita due volte con quel coltello da cucina lungo circa trenta centimetri, ritrovato avvolto nelle lenzuola. Ma le due ferite, una al fegato e l'altra al polmone, non sarebbero state mortali. La piccola Gloria sarebbe morta dissanguata dopo ore di agonia. E sarebbero stati suoi quei lamenti percepiti da un vicino di casa. Fosse stata soccorsa subito, probabilmente si sarebbe salvata. L’orrore e la crudeltà emergerebbero dall’esame autoptico effettuato questa mattina sul corpicino della bimba all’ospedale Maggiore, lo stesso dove il padre è piantonato, in stato di fermo per omicidio, ancora ricoverato dopo l’intervento chirurgico per una ferita profonda. Lui se la caverà in una decina di giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Giugno 2019