il network

Mercoledì 17 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


PREVISIONI METEO

Altra ondata di caldo in arrivo, picchi di 38 gradi

Da domenica 23 giugno, questa volta soprattutto al Centro-Nord

Altra ondata di caldo in arrivo, picchi di 38 gradi

“Anche nei prossimi 7-10 giorni il caldo sarà l'assoluto protagonista sull'Italia grazie alla presenza dell'anticiclone subtropicale ben strutturato sul Mediterraneo centro-occidentale. Dall'inizio della prossima settimana sembra inoltre ormai probabile l'arrivo di una seconda e più intensa ondata di caldo che questa volta raggiungerà il suo apice sulle regioni del Centro-Nord”. A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo che aggiunge: “Le temperature subiranno un ulteriore rialzo specie al Nord, sulle regioni centrali tirreniche e sulle Isole maggiori, con valori termici che potrebbero anche raggiungere punte di 35-37°C in Pianura Padana, 36-39°C tra Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Lazio e punte oltre i 40°C sulle zone interne di Sicilia e Sardegna. Farà meno caldo invece sul versante adriatico, specie in Puglia, dove la ventilazione tenderà gradualmente a disporsi dai quadranti settentrionali complice una blanda circolazione depressionaria sulla Penisola balcanica.”

CITTA' ROVENTI, AFA ANCHE NELLE ORE NOTTURNE – “Questa ondata di calore giungerà proprio in prossimità del solstizio d'estate, quindi nel periodo con meno di ore di buio dell'anno: il caldo e l'afa si faranno quindi sentire notevolmente anche durante la notte, specie nelle aree urbane e lungo le coste. Secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli numerici, le città che la prossima settimana potrebbero risultare più calde sono: Torino, Asti, Alessandria, Milano, Lodi, Cremona, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Rovigo, Firenze, Pistoia, Arezzo, Prato, Terni, Roma, Frosinone, Rieti, Sassari, Alghero, Oristano, Catania, Caltanissetta, Cosenza, Caserta e Napoli.

POSSIBILI TEMPORALI AL NORD TRA VENERDÌ E SABATO – “Si segnala, tuttavia, una possibile – seppur solo temporanea – fase più instabile tra le giornate di venerdì 21 e sabato 22 giugno, quando aria più umida e fresca di origine atlantica raggiungerà il Nord Italia determinando la formazione di temporali su Alpi e Prealpi, in estensione anche sulle pianure di Piemonte, Lombardia e Triveneto, talora anche di forte intensità e con possibili grandinate, improvvise raffiche di vento ed un lieve calo termico. Qualche temporale di calore non si esclude anche sulla dorsale appenninica centro-settentrionale e relative aree collinari” conclude il meteorologo Andrea Vuolo di 3bmeteo.com.

18 Giugno 2019