il network

Martedì 25 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Maltrattamenti, assolto: 'Ridatemi i miei figli'

Senegalese querelato dalla moglie, l'avvocato Carletti: 'Faremo ricorso al tribunale dei minori di Brescia perché riottenga la potestà genitoriale'

Maltrattamenti in casa, madre e figlio 'salvati' e protetti

CREMONA (13 giugno 2019) - Ora che è stato assolto dall’accusa di maltrattamenti in famiglia, il primo atto «che faremo è ricorrere al tribunale dei minori di Brescia, perché venga restituita al mio assistito la potestà genitoriale sui figli, i quali, comunque, in questi due anni non hanno smesso di sentire e vedere il loro papà». Paolo Carletti è l’avvocato che assiste Alassane, senegalese di 48 anni, da 21 in Italia, operaio, padre di tre figli avuti dall’ex moglie, la quale in una lunghissima querela, aveva riversato una escalation di maltrattamenti. Un processo che sembrava in salita per Alassane, nei cui confronti il pm aveva chiesto la condanna a 2 anni di reclusione. Entro sessanta giorni il giudice depositerà la motivazione della sentenza di assoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Giugno 2019