il network

Martedì 12 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CASTELVETRO. LA STORIA

Bomba in via Parigi, la tragedia dei Cofferati

Continuano le ricerche di Comune e Air Crash Po sui bombardamenti. Consegnati documenti e fotografie sulla famiglia uccisa in un raid aereo del 1945

Bomba in via Parigi, la tragedia dei Cofferati

Angelina Donelli con i figli uccisi dalla bomba il 23 marzo 1945

CASTELVETRO (8 maggio 2019) - La ricerca sul bunker della Maginot, e sui bombardamenti della Seconda guerra mondiale avvenuti nella Bassa, si arricchisce di un nuovo capitolo: il vice sindaco Pier Luigi Fontana ha ricevuto preziosi documenti e un album fotografico da parte della famiglia Cofferati, a ricordo di una bomba sganciata su Mezzano Chitantolo il 23 marzo 1945 e costata la vita ad Angelina Donelli e ai figli Giuseppe e Aldo Cofferati di 8 e 14 anni. A raccontare cosa accadde quella sera sono la 95enne Ada Scotti e il figlio Guido Cofferati: «Tutti conoscono di fama ‘Pippo’, il caccia bombardiere alleato che costringeva le famiglie a spegnere le luci di casa. Beh quella sera il fornaio di Mezzano aveva lasciato la luce accesa e venne sganciata una bomba, che finì in via Parigi al civico 49». Lì vivevano la giovane madre e i due figli, mentre Angelo Cofferati, zio di Guido e cognato di Ada, si trovava in Germania.

(Ampio servizio sul giornale di oggi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Maggio 2019