il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. LA STORIA

Da due mesi dorme in un garage: "Da qui non me ne vado"

Per casa uno dei box aperti del palazzo pignorato tra via Giordano e via Lungastretta. Come letto una tavola, gli abiti appesi ai chiodi e il pavimento coperto di borse e sigarette

Da due mesi dorme in un garage: "Da qui non me ne vado"

La fila dei garage: nel terzo dorme lo straniero

CREMONA (23 aprile 2019) - Alle nove e mezza del lunedì di Pasqua, sta dove confida di vivere «da due mesi» e dove rivela di avere intenzione di rimanere «fino a quando non andrò al cimitero»: sopra una tavola rialzata di legno e sotto un cumulo di coperte vecchie, nell’angolo destro di un garage senza porta a metà di via Lungastretta.
Deve fare ancora freddo, lì dentro, la notte. Eppure è quella, con i pochi abiti sporchi e rotti appesi ai chiodi infilati nella parete di mattoni e il pavimento di cemento grigio trasformato in una distesa di borse chiuse con dentro chissà cosa, la ‘casa’ umida e lugubre di quest’invisibile ancora rannicchiato che ha poca voglia di parlare. E con il quale probabilmente non ha mai parlato nessuno: non spesso i vicini, che lo vedono arrivare ogni sera dopo le otto e andarsene ogni giorno verso le dieci; e non abbastanza le istituzioni, che pure conoscono la situazione ma evidentemente non sono sin qui riusciti a risolverla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Aprile 2019