Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Gite sicure, i pullman sotto la lente degli agenti

Test della stradale su 69 mezzi utilizzati dalle scuole, 11 quelli irregolari: sanzioni per velocità e mancati riposi, uno era privo di assicurazione

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

20 Aprile 2019 - 07:57

stradale

CREMONA (20 aprile 2019) - Gite scolastiche sicure grazie ai controlli certosini della polizia stradale di Cremona, che nel rispetto delle linee guida dell’intesa siglata con il Miur e in sinergia con gli istituti della città e del territorio dall’inizio dell’anno scolastico ad oggi ha controllato 69 autobus, utilizzati per il trasporto degli studenti in occasione delle uscite didattiche. Il comandante della stradale, vice questore aggiunto Federica Deledda, puntualizza subito che il bilancio è tutto sommato positivo. Segno che prevenzione e attenzione degli ultimi anni stanno dando buoni frutti.

Ed ecco i risultati delle verifiche messe in campo da settembre ad oggi dalla polizia stradale di Cremona, e che continueranno sino alla fine dell’anno scolastico: su 69 pullman messi al setaccio ne sono stati individuati uno senza revisione, uno senza assicurazione, quattro che non hanno rispettato i limiti di velocità, due sui quali gli autisti non hanno rispettato le norme che regolano i tempi di guida e di riposo. Deledda spiega che i controlli sono molto attenti e riguardano anche tutti i documenti del mezzo, condizioni di pneumatici, luci, freni e estintori a bordo. Una volta verificati gli aspetti più tecnici, si procede con il controllo dei conducenti. Sottoposti anche ai test sul tasso alcolemico. Il resto lo fa il cronotachigrafo, che permette di risalire alle condotte di guida fino a 28 giorni precedenti: è in grado di rilevare eccessi di velocità e tempi di riposo. Le condotte errate hanno portato la polizia stradale di Cremona anche ad elevare verbali nei confronti degli autisti stessi.

Il caso più eclatante è avvenuto in tangenziale a Cremona, quando una pattuglia impegnata in un posto di blocco ha fermato un pullman partito da un Comune della provincia: dalle verifiche della polstrada è emerso che il mezzo era addirittura sprovvisto di copertura assicurativa e di conseguenza è stato necessario far scendere tutti gli studenti e interrompere l’uscita. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400