Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SONCINO

Il parroco: 'Turisti irrispettosi, no ai cani in chiesa'

Pavimenti sporchi, il don non ci sta e compaiono i primi cartelli

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

04 Aprile 2019 - 07:53

Il parroco: 'Turisti irrispettosi, no ai cani in chiesa'

Cani legati fuori dalla chiesa, il cartello e la chiesa di San Giacomo a Soncino

SONCINO - Niente più cani nelle chiese del borgo, a prescindere dalla razza e dalla taglia, dal collare o dalla museruola. Gli amici a quattro zampe banditi dai luoghi sacri di Soncino dal parroco don Giuseppe Nevi, ma non certo a caso: «La causa è il comportamento di alcuni turisti che si introducono nelle chiese e le sporcano senza rispetto» spiega l’arciprete. Ovviamente, il divieto sarà valido anche per i soncinesi durante le messe e le varie funzioni. La regola non è però applicata alle frazioni di Gallignano e Villacampagna, appartenenti a parrocchie diverse che non hanno mai promulgato il daspo per gli animali. «Senza entrare in dettagli troppo specifici e poco piacevoli – ironizza l’arciprete – sono chiari i disagi causati da chi entra in chiesa col cane e poi non si cura del suo comportamento. Da qui il divieto, che varrà per tutte le chiese della città». In poche parole: troppi escrementi e urina nei luoghi sacri, troppo impegno per rimuoverli e quindi contromisure immediate.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400