Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Svastiche nei parchi, petizione contro i 'simboli della vergogna'

Dopo i raid tra i giochi dei bimbi al Sartori e nell’area attrezzata di via Postumia, raccolta firme sottoscritta da cento fra genitori, nonni e zii. La richiesta al sindaco e al consiglio comunale: ‘Condannino ufficialmente’

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

31 Gennaio 2019 - 08:13

Svastiche nei parchi. una petizione contro i "simboli della vergogna"

CREMONA - Sono state ripulite svastiche e scritte: subito. Ma non si cancella l’indignazione: anzi, l’ondata di sdegno sollevata dalle due incursioni di settimana scorsa, la prima nell’area verde compresa fra via Postumia e via Giuseppina e la seconda al parco Sartori, dove erano comparsi messaggi inneggianti al duce e al nazismo sui giochi dei bimbi, imbrattati con vernice nera, diventa ora una lettera aperta, sottoscritta da cento cittadini, con cui si chiede al consiglio comunale di prendere posizione netta. Protocollata proprio mercoledì 30 in mattinata, quella che a tutti gli effetti è una petizione indirizzata al presidente del consiglio, Simona Pasquali, rappresenta ufficialmente «il pensiero di mamme, papà, nonni e zii che non possono accettare quanto successo» spiega Massimiliano Ciocca, primo firmatario e organizzatore della raccolta firme, iniziata domenica mattina passando casa per casa e negozio per negozio e conclusa martedì 29 nel pomeriggio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kgraffittarok

    31 Gennaio 2019 - 10:23

    Chiamate casa paund o gli abitanti di forza nuova e fateglieli pulire a loro spese.

    Report

    Rispondi