Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Padania Acque, presentato Drinking Water Report

Al via il progetto sperimentale di alternanza scuola lavoro dedicato all’acqua del rubinetto

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

25 Gennaio 2019 - 15:01

Padania Acque, presentato Drinking Water Report

Il presidente Claudio Bodini illustra il progetto Drinking Water Report

CREMONA - Venerdì 25 gennaio, presso l’aula Magna del Liceo Scientifico “G. Aselli” di Cremona, il presidente di Padania Acque, Claudio Bodini e Tiziano Fazzi, responsabile di Educazione Digitale, hanno presentato “Drinking Water Report”, l’innovativo progetto di alternanza scuola lavoro, dedicato all’acqua da bere e al servizio idrico integrato, promosso da Padania Acque e da Utilitalia, la Federazione nazionale che riunisce le Aziende operanti nei servizi pubblici dell’Acqua, dell’Ambiente, dell’Energia Elettrica e del Gas. I 22 studenti della classe 4^ D LSA (Liceo delle Scienze Applicate), coordinati e aiutati dal dirigente scolastico Laura Parazzi e dalla professoressa Maria Laura Beltrami, saranno i primi in Italia a sperimentare un percorso didattico sul tema dell’acqua potabile strutturato attraverso la piattaforma didattica digitale denominata “Youtilities”, uno strumento moderno che consente ai ragazzi di imparare e formarsi secondo la modalità mista: e-learning, smart working e visite guidate presso l’azienda e gli impianti.

LE FASI DEL PROGETTO – Il percorso, che certifica a ciascun alunno 40 ore di alternanza scuola lavoro, si articola nelle seguenti fasi: un incontro di orientamento presso la sede di Padania Acque S.p.A. seguito dalla visita degli impianti di potabilizzazione e di depurazione di Cremona; la formazione on-line (e-learning), con videolezioni riguardanti le attività del Servizio Idrico Integrato e i settori Ambiente ed Energia, a cui segue un test di verifica. I ragazzi si dedicheranno, infine, alla parte operativa del progetto che consiste nella somministrazione di un questionario di 15 domande sulla qualità e sulle abitudini di consumo dell’acqua del rubinetto. I liceali dovranno recarsi in luoghi pubblici della città e di alcuni paesi limitrofi per intervistare le persone con lo scopo di elaborare una indagine statistica quali-quantitativa, i cui risultati verranno illustrati dall’intera classe. L’attività prevede quindi una formazione teorica seguita da un lavoro individuale e di gruppo (team-work) di raccolta e analisi dei dati. 


Il progetto “Drinking Water Report” è stato definito dal dirigente scolastico Laura Parazzi «una opportunità per la scuola di dialogare e collaborare con il territorio e per i ragazzi la possibilità di essere cittadinanza attiva». Il presidente Claudio Bodini ha ringraziato la scuola per l’entusiasmo e l’interesse con cui è stato accolto il progetto, sottolineando come questo percorso formativo consente di acquisire consapevolezza rispetto l’importanza della risorsa acqua anche in relazione alle tematiche ambientali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400