il network

Lunedì 24 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


SORESINA

Caporalato: sedici le vittime del business vestiti usati

Gli africani erano stati reclutati per caricare i container di stracci: giro d’affari tra i 200 e i 300.000 euro

Caporalato: sedici le vittime del business vestiti usati

SORESINA - Sono complessivamente sedici, i più giovani di 18 e 20 anni, altri quarantenni, gli africani che erano stati reclutati per caricare i container di stracci, che in nave poi da Genova arrivavano in Tunisia per un giro d’affari tra i 200 e i 300.000 euro. In carcere, nell’ambito dell’operazione della Squadra Mobile della Questura di Cremona sono finiti un tunisino di 37 anni, il capo dell’organizzazione, e due fratelli marocchini, di 45 e 43 anni, suoi collaboratori. È agli arresti domiciliari l’unico italiano del gruppo, di 62 anni, napoletano residente nella provincia di Varese. Per tre marocchini, gravitanti a Soresina, è stata disposta la misura dell’obbligo di dimora, eseguita per ora, solo nei confronti di un marocchino di 35 anni, domiciliato in provincia di Lodi. Gli altri due suoi connazionali sono attualmente irreperibili. Altre tre persone sono infine indagate a piede libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Gennaio 2019