il network

Giovedì 27 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Raid con bomba artigianale, riabilitazione in cooperativa

Due giovani del Kavarna tentarono di far esplodere un ordigno artigianale davanti alla Banca di Piacenza. Imbrattarono il muro. Per un anno svolgeranno lavori alla Cosper che si occupa di minori, famiglie, anziani

Raid con bomba artigianale, riabilitazione in cooperativa

CREMONA - La notte del 6 febbraio 2013, tentarono di far esplodere una ‘bomba-vernice’ rudimentale davanti alla filiale della Banca di Piacenza, in via Dante, dopo aver imbrattato il muro con la scritta in vernice nera ‘Chi la fa l’aspetti’». Candelotto e ‘carica’ di pittura rossa erano pronti. Bastava accendere la miccia. Finirono in carcere.

Accusati di deturpamento e danneggiamento, Matteo Colombani e Matteo Arisi, nomi di battaglia ‘Colo’ e ‘Aro’, 25 e 27 anni, figli di professionisti, frequentatori del centro sociale Kavarna, al Cascinetto, quartiere generale degli anarco-insurrezionalisti, per un anno faranno un percorso di riabilitazione presso la Cosper, cooperativa di via Bonomelli che opera per il benessere e la qualità della vita di persone anziane e non autosufficienti, di persone con disagi psichiatrici, di adulti con fragilità e minori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Gennaio 2019