Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. LA STORIA

Bell il virtuoso e la sua custodia solidale

All’asta l’oggetto realizzato da Musafia. Con il ricavato le borse di studio Kiwanis. Il violinista possiede uno Stradivari 1713, rubato nel ’36, ritrovato 50 anni dopo

Fabio Guerreschi

Email:

fguerreschi@laprovinciacr.it

14 Ottobre 2018 - 08:57

La storia Bell il virtuoso e la sua custodia solidale

CREMONA - Il maestro Joshua Bell, star internazionale del violino, da anni sceglie le custodie cremonesi di Dimitri Musafia per il suo Stradivari del 1713, il Gibson ex-Huberman, noto anche per essere scomparso, per oltre cinquant’anni, a seguito del suo furto avvenuto nel 1936.

«Virtuoso eclettico e sensibile, Bell ha acconsentito che l’ultima custodia da lui utilizzata, data in permuta per una nuova, e meticolosamente restaurata, venisse messa all’asta per beneficenza — racconta Musafia con un po’ di comprensibile orgoglio —. A inizio mese la custodia è stata aggiudicata, per 2.907 dollari (circa 2.500 euro), da un cittadino statunitense, per regalarla a sua figlia, che ha sempre avuto come suo idolo di ispirazione proprio Joshua Bell».

Insomma se questa è la vicenda della custodia Musafia acquistata da Bell e diventata — proprio perché di proprietà del musicista — una sorta di oggetto da ambire, la recente vendita all’asta avrà un effetto tutto cremonese, al di là del fatto che la custodia stessa sia stata concepita nei laboratori di Musafia.

«I proventi della vendita saranno devoluti al Kiwanis Club Cremona, presieduto dal maestro liutaio Stefano Conia, per finanziare borse di studio a favore di studenti di musica economicamente disagiate. Conscio della finalità dell’asta, l’acquirente, che riceverà anche una foto del maestro Bell con dedica, ha espressamente richiesto di poter mantenere l’anonimato per sé e per sua figlia», dice Musafia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400