Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

'Ndrangheta, 'fango' su Nexus: "Il pentito Muto dice il falso"

Il legale dell'associazione culturale smentisce le dichiarazioni infamanti del collaboratore di giustizia

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

09 Dicembre 2017 - 08:08

'Ndrangheta al Nord, Nexus: "False le dichiarazioni di Muto"

CREMONA - Dopo il consigliere regionale di Forza Italia, Carlo Malvezzi, che ha già annunciato una querela, anche Carmine Lepiani, presidente pro-tempore di Nexus, l’associazione culturale attiva dal 2011 al 2014 con la finalità di promuovere e diffondere la cultura calabrese a Cremona, «smentisce categoricamente le infamanti affermazioni» rilasciate dal collaboratore di giustizia, Salvatore Muto, al processo ‘Aemilia’ sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta al Nord. Le frasi - riportate tra virgolette dai giornali web - gettano ombre sull’associazione che ‘avrebbe organizzato feste etniche calabresi per ingraziarsi la comunità locale’ e per coprire la ’ndrangheta a Cremona’. Originario di Cutro, residente a Corte de’ Frati, Muto, 40 anni, è già stato condannato a 18 anni di reclusione al processo ‘Pesci’, costola mantovano-bresciana del processo Aemilia. Lepiani si è affidato all’avvocato Marco Soldi che in una lettera, smentisce, chiarisce e si riserva «ogni più opportuna iniziativa nelle competenti sedi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aletti.renzo

    09 Dicembre 2017 - 12:25

    Ed adesso coloro che avevano commentato la controreplica di Malvezzi, cosa hanno da scrivere in merito....

    Report

    Rispondi