Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Raduno fascista, Laura Boldrini: 'Stato non si faccia deridere'

La presidente della Camera sui fatti di Cremona e Milano: 'Manifestazioni fasciste non possono essere consentite, affronto alla democrazia nata dalla Resistenza'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

30 Aprile 2017 - 16:23

Raduno fascista, Laura Boldrini: 'Stato non si faccia deridere'

ROMA - La commemorazione dei caduti della Repubblica di Salò al cimitero di Cremona (ma anche quella di Milano), con tanto di saluti fascisti, torna al centro del dibattito. «Le manifestazioni fasciste in Italia non possono essere consentite: né il 25 aprile, né in qualsiasi altro giorno dell’anno. I raduni con tanto di saluti romani che si sono tenuti a Milano e Cremona, in aperta e provocatoria violazione di quanto stabiliscono la Costituzione e la legge, rappresentano un affronto alla democrazia nata dalla Resistenza». Sono parole della presidente della Camera Laura Boldrini. «Sono certa che le autorità competenti, che già erano intervenute in modo efficace alla vigilia della Liberazione, sapranno attuare tutti i provvedimenti necessari a dimostrare che lo Stato non si fa deridere dai nostalgici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spippomv

    01 Maggio 2017 - 10:16

    Se a parlare di democrazia e' la signora boldrini allora siamo proprio a posto.

    Report

    Rispondi

  • germana80

    01 Maggio 2017 - 09:16

    le solite boldrinate

    Report

    Rispondi

  • Aletti.renzo

    30 Aprile 2017 - 17:57

    È vero la Costituzione vieta "i raduni con tanto di saluti romani", giustissimo, ma la stessa garantisce il diritto di parola e di pensiero, non mi sembra che quanto accaduto,per esempio, a Napoli di recente con la visita di Salvini ed i centri sociali con Rifondazione Comunista e similari, sia atteggiamenti in ossequio ai dettami costituzionali. Ma dalla Presidente della Camera silenzio assoluto. Quelli hanno devastato Napoli, i nostalgici per lo meno sono stati innocui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti