Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Salviamo San Benedetto, appello al Capo dello Stato

Angelo Garioni di 'Cremona com'era' scrive al presidente Mattarella: 'Il Demanio lo doni ai cremonesi'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

25 Aprile 2017 - 09:10

Salviamo San Benedetto, appello al Capo dello Stato

L'affresco La Gloria di San Benedetto

CREMONA - Salviamo la chiesa dell’ex convento di San Benedetto, che al suo interno accoglie il pregevolissimo affresco di Angelo Innocente Massarotti intitolato, La Gloria di San Benedetto. A lanciare l’appello è l’associazione Cremona com’era, presieduta da Angelo Garioni, con una lettera inviata al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il motivo per cui il sodalizio e l’architetto cremonese hanno deciso di rivolgersi al Capo dello Stato sta nell’effettivo proprietario dello stabile. La chiesa per anni è stata sede del Centro Studi Aziendali, ma con la scomparsa di Luigi Masserini, il «Demanio dello Stato ha reclamato il ritorno in possesso del bene. Non sappiamo le reali intenzioni dell’Agenzia per il Demanio, ma una eventuale vendita al privato sarebbe un grave danno per i cittadini, precludendolo alla vista degli stessi e ad un suo possibile utilizzo sociale. L'auspicio è che il Demanio 'doni' la chiesa ai cremonesi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400