Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Fra Cristoforo senza pace. Abbattuto il muro del convento

Dopo la 'casa dell'ortolano' è stato raso al suolo il manufatto in mattoni di via del Macello. Tagliata anche la quercia

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

27 Febbraio 2017 - 08:50

Convento deturpato

Il muro di mattoni raso al suolo e la quercia in via del Macello

CREMONA - Padre Cristoforo senza pace. Dopo abbattimento dell’immobile in via Mantova e le polemiche che ne sono seguite, è ora stato raso al suolo il muro in mattoni di via del Macello che probabilmente era una porzione del convento dei Cappuccini in cui avrebbe trovato ospitalità Lodovico Picenardi, il personaggio storico che, secondo alcuni studiosi, ha ispirato Alessandro Manzoni per il celebre frate dei Promessi Sposi. Il reperto e la grande quercia che sorgeva a fianco hanno lasciato il posto al parcheggio del nuovo punto vendita (1.400 metri quadri) della catena di supermercati Lidl. «Quello eliminato era parte, con quasi certezza, del complesso conventuale dei frati Cappuccini, come si evince dalla mappa storica dello stato di assedio di Cremona del 1648», dice l’architetto Clararita Milesi. In realtà, non è definitivamente provato che in quel luogo abbia vissuto Lodovico Picenardi-padre Cristoforo. Vero o no, per la professionista la sostanza cambia poco.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kgraffittarok

    27 Febbraio 2017 - 10:16

    EVVAI! altra pianta abbattuta!!!! EVVAI ALTRO CEMENTO!!! e poi vengono a parlarci di surriscaldamento e inquinamento! EVVAI...

    Report

    Rispondi