Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA

Bullismo, "A scuola per il mio peso mi chiamavano Godzilla"

La fashion blogger Elisabetta Bertolini racconta la sua esperienza. A 12 anni pesava 125 chili, oggi è una donna di successo

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

09 Febbraio 2017 - 08:17

Bullismo, "A scuola per il mio peso mi chiamavano Godzilla"

Elisabetta Bertolini

CREMONA - Una lotta che parte dalla sua storia personale e diventa impegno a dar voce, attraverso il suo blog, a chi come lei ha subito atti di bullismo. Per diffondere un messaggio positivo di speranza e di riscatto per tutte le vittime. È la ‘battaglia’ di Elisabetta Bertolini, fashion blogger cremonese dell’omonimo blog www.elisabettabertolini.com: apre il suo cuore sui social raccontando la sua esperienza, vissuta quando era piccola. «A 11 anni — racconta Elisabetta — quando entravo in classe mi urlavano ‘Godzilla’. Percorrevo le file tra i banchi, fino ad arrivare al mio, sentendomi inadeguata e sola. La mia colpa? Quella di pesare troppo».

La blogger cremonese esce sotto i riflettori confessando la sua esperienza e si schiera apertamente contro il bullismo, di ogni tipo. A 12 anni, Elisabetta pesava 125 chili e questo la rendeva oggetto di scherno da parte dei compagni e degli ‘amici. «I ragazzini possono e sanno essere molto crudeli — riflette Elisabetta — ma posso dire di essermi presa la mia rivincita personale».

L’esperienza di Elisabetta Bertolini è la prova di come ci si possa riscattare nella vita, prendendosi beffa dei torti che si sono subiti. Ora, la fashion blogger di Cremona appare sorridente in ogni posa e partecipa a numerosi eventi fashion, tra cui sfilate e presentazione di nuovi prodotti. Il suo impegno adesso è quello di utilizzare il suo blog e i suoi canali social, seguiti da moltissime persone, come mezzo per trasmettere a tutte le persone che, come lei, sono state vittime di bullismo un messaggio positivo. Quello di chi sta bene con se stessa, è diventata mamma di due bellissime bimbe — Gaia (4 anni) e Lara (1 anno) — e conduce una vita ricca di soddisfazioni lavorative e personali. ‘No’ al bullismo in attesa di partire per la New York Fashion Week.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400