Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Raid vandalico in pieno centro, auto imbrattate e rigate

Rabbia sui social network e accuse ai centri sociali, ma il Dordoni si dissocia con un messaggio su Facebook

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

04 Settembre 2016 - 13:08

Raid vandalico in pieno centro, auto imbrattate e rigate

CREMONA - Sono entrati in azione nella notte tra sabato 3 e domenica 4 settembre i vandali che hanno imbrattato e graffiato una decina di auto nel centro di Cremona. Le vetture, a quanto pare di grossa cilindrata o comunque di marchi prestigiosi, erano parcheggiate tra via Trecchi (davanti a palazzo Cittanova e la chiesa di Sant'Agata), corso Cavour e altre strade strade limitrofe. Nella zona sono attive diverse telecamere e le forze dell'ordine sono già al lavoro per raccogliere elementi utili. Rabbia e indignazione sui social network, in particolare sul gruppo Facebook 'Non sei cremonese se...' ormai divenuto piazza virtuale della città del Torrazzo.

In molti si sono scagliati contro i centri sociali (e non sono mancate le accuse all'attuale amministrazione comunale e a quella predente), ma, sempre su Facebook, sul profilo ufficiale, il Csa Dordoni ha preso le distanze dell'atto vandalico. "Apprendiamo dalla stampa locale che durante la notte alcune auto sono state graffiate e ricoperte di scritte - il testo del post - c'è chi rimane in agguato, in attesa di poter fare qualche dichiarazione senza senso in merito ai Centri Sociali (presunti responsabili del gesto) non appena ne ha l'occasione e costruisce unicamente su quattro dichiarazioni deliranti la propria "credibilità" politica. C'è chi di questi gesti si compiace, beandosi nell'autoreferenzialità, da idiota".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stradivari

    06 Settembre 2016 - 10:20

    Grazie Galiberti & C !

    Report

    Rispondi

  • boyflu

    04 Settembre 2016 - 19:42

    attendiamo di sapere da Dordoni e copmpagni che cosa fanno nella vita e di cosa si occupano nei locali dati loro abusivamente e senza pagare nulla.Cosa fate?ricerche?lavorate?studiate?in altri Paesi sareste come minimo in galera.................

    Report

    Rispondi

  • boyflu

    04 Settembre 2016 - 19:41

    meno male che Galimberti e co doveva sfrattare dai locali pubblici ,peraltro dati pure in comodato gratuito,gli utili esseri dei centri sociali covo di delinquenti e drogati.Meno male...............bella città che è diventata Cremona:tra neri,nullafacenti e schifezze

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti