Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Cane investito, il padrone distrugge l'auto e aggredisce l'automobilista

L'uomo al volante scaraventato fuori e ferito

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

24 Novembre 2014 - 09:13

Cane investito, il padrone distrugge l'auto e aggredisce l'automobilista

Pattuglia della polizia locale

CREMONA - Prima l’auto distrutta a pugni e calci. Una raffica di colpi impressionante inferti da un uomo alto due metri. Poi l’automobilista al volante abbrancato e scaraventato fuori dall’abitacolo, in un modo così violento che con quella mossa ha riportato alcune escoriazioni e per lui è stato necessario rivolgersi ai medici. Il tutto nel cuore di Cremona, all’ora di pranzo, di fronte a uno dei locali più noti della città, la Trattoria Cerri di piazza Papa Giovanni XXIII. Una vicenda che lascia senza parole quella andata in scena domenica 23 novembre mentre la città era invasa da migliaia di visitatori, giunti sotto il Torrazzo per l’ultimo giorno della Festa del Torrone.

Tutto inizia quando un 37enne originario di Torino, in compagnia della moglie che ha al seguito un cane, sono davanti alla trattoria nell’attesa di prendere posto a tavola. A un tratto il cane, che non aveva il guinzaglio (come hanno specificato gli agenti della polizia locale che si sono occupati del caso) finisce sulla carreggiata e viene investito dall’auto condotta da un uomo. L’animale riporta delle lesioni e verrà poi curato da un veterinario. L’automobilista si ferma per vedere quel che è accaduto ma nell’arco di pochi secondi tutto degenera. Il 37enne è stato denunciato per violenza privata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alessandro.mussi

    25 Novembre 2014 - 18:51

    concordo con gianfranco, spero anche io che il padrone del cane, non essendo stato investito, purtroppo, ed essendo evidentemente microcefalo, subisca una giusta pena, e porti in giro il suo adorato cane senza giunzaglio nei vicoli di napoli, o magari nei carrugi di genova, e che la prossima volta se lo faccia investire là. e tutta la solidarietà al povero automobilista, sfortunato a passare in quel momento. sfortunato lui, e povero il cane ad avere per padrone un coglione

    Report

    Rispondi

  • alessandro.mussi

    25 Novembre 2014 - 18:50

    concordo con gianfranco, spero anche io che il padrone del cane, non essendo stato investito, purtroppo, ed essendo evidentemente microcefalo, subisca una giusta pena, e porti in giro il suo adorato cane senza giunzaglio nei vicoli di napoli, o magari nei carrugi di genova, e che la prossima volta se lo faccia investire là. e tutta la solidarietà al povero automobilista, sfortunato a passare in quel momento. sfortunato lui, e povero il cane ad avere per padrone un coglione

    Report

    Rispondi

  • francogallo57

    24 Novembre 2014 - 20:34

    siamo in un mondo dove rispettare le regole è diventato un grande problema, tutto subito e solo quello che ci fa comodo, il mondo va cosi, non c'è rispetto per niente e nessuno, e le pene non sono quasi mai proporzionate al reato commesso, si trovano sempre i cavilli giusti per trasformare i reati in ragazzate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti