Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PIZZIGHETTONE

Passaggi a livello: «Cosa faccio? Passo? Non passo? Speriamo che Dio me la mandi buona»

Con il manifesto affisso alle bacheche del centro storico il capogruppo di minoranza Giancarlo Bissolotti dà voce al pensiero di molti cittadini

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

21 Aprile 2021

Passaggi a livello

PIZZIGHETTONE (21 aprile 2021) - Attraverso un manifesto affisso alle bacheche del centro storico, il capogruppo di minoranza Giancarlo Bissolotti (gruppo Cittadini protagonisti) ha dato voce al pensiero e alla sensazione di tanti: ormai da mesi, quando i pizzighettonesi si trovano ad attraversare un passaggio a livello ferroviario, hanno paura. La goccia che ha fatto traboccare un vaso ormai colmo, è stata il guasto di poco più di una settimana fa, quando le sbarre di Roggione sono rimaste alzate nonostante il treno in arrivo.

«Cosa faccio? Passo? Non passo? – si chiede e chiede Bissolotti, prima di dare una risposta amaramente sarcastica –. Speriamo che Dio me la mandi buona». E poi l’attacco, diretto, senza troppi fronzoli, ad Rfi: «Vergognatevi. Siamo stanchi delle vostre giustificazioni». Il riferimento è all’ultima spiegazione fornita proprio dall’ente che gestisce i passaggi a livello. In merito al guasto a Roggione aveva precisato: «Nessun problema di sicurezza. Si è trattato di un guasto ma in questi casi il treno si arresta per mezzo dei sistemi tecnologici. C’è un segnale che si dispone al rosso a seguito del guasto, impedendo quindi la marcia del treno». Bissolotti non ci sta e conferma quanto aveva già detto nei giorni e nelle settimane scorse: servono una manifestazione di protesta e un intervento dei prefetti di Lodi e Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400