Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Lutto nel mondo della musica, addio a Rocco Filippini

L'apprezzato violoncellista, 77 anni, è stato stroncato dal Covid. Docente dell'Accademia Stauffer dal 1985 al 2015, è stato componente del Quartetto Accardo

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

14 Aprile 2021

Lutto nel mondo della musica, addio a Rocco Filippini

CREMONA (14 aprile 2021) - Stroncato dal Covid, si è spento all'età di 77 anni l'apprezzato e famoso violoncellista Rocco Filippini. Era molto legato a Cremona, città della moglie Angela Nuovo, e della cognata, Antonella, stimato giudice. Nella città del Torrazzo è stato docente dell'Accademia Stauffer ininterrottamente dal 1985 al 2015. Ha fatto parte del celebre Quartetto Accardo con Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Franco Petracchi.

LA BIOGRAFIA

Rocco Filippini nasce a Lugano in una famiglia di artisti. Compie gli studi musicali sotto la guida di Pierre Fournier. Vince nel 1964 il Concorso Internazionale di Ginevra e subito dopo inizia la sua carriera.

Ha tenuto centinaia di concerti nei principali centri musicali d’Europa, delle due Americhe, del Giappone e dell’Australia ed è ospite delle più grandi sale (La Scala di Milano, l’Albert Hall e il Festival Hall di Londra, il Théatre des Champs Elysées di Parigi, la Filarmonica di Berlino, il Musikverein e il Konzerthaus di Vienna, la Erkules Saal di Monaco, il Concertgebouw di Amsterdam, il Lincoln Center di New York, l’Opera House di Sydney etc.) e di famosi festival (Lucerna, Spoleto, Salisburgo, Marlboro, Edimburgo, Stresa, Pesaro, Newport, Gerusalemme, Ravenna, Helsinki etc.). Svolge un’intensa attività discografica.

Nel 1968 fonda il Trio di Milano, e più recentemente il Quartetto Accardo. Suona in Duo col pianista Michele Campanella e ha collaborato spesso con artisti quali Salvatore Accardo, Maurizio Pollini, Radu Lupu, Maria João Pires.

In tempi recenti, ha intensificato la sua attività di direttore d’orchestra alla testa di alcuni tra i maggiori complessi italiani. È Accademico di Santa Cecilia.

Docente di violoncello presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, dà vita nel 1985 ai corsi dell’Accademia W. Stauffer di Cremona. Già membro della facoltà dell’Academy of the European Mozart Foundation, diretta da Sandor Vegh, tiene numerosissimi corsi di perfezionamento, tra cui quello alla Scuola di Fiesole.
Nel 1997 è insignito del Premio della Fondazione del Centenario della Banca Svizzera Italiana per il contributo allo sviluppo dei rapporti culturali tra Svizzera e Italia.

Alcuni tra i massimi compositori di oggi quali Luciano Berio, Franco Donatoni e Salvatore Sciarrino, gli hanno dedicato loro opere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400