il network

Lunedì 12 Aprile 2021

Altre notizie da questa sezione


SICUREZZA. L'ANALISI DEI DATI

Incidenti e pericolosità: le strade più a rischio

La percentuale più alta lungo la provinciale tra Formigara e San Bassano

Incidenti e pericolosità: le strade più a rischio

CREMONA (2 aprile 2021) - La strada provinciale 38 tra Formigara e San Bassano, con una media di 3 incidenti e 4 feriti all’anno in media, è la strada cremonese con il tasso di incidentalità più elevato di 0,866 (derivante dal rapporto tra incidenti e veicoli per chilometro, ovvero il traffico su un certo tratto stradale). Quella più sicura, o meglio con tasso di incidentalità maggiormente ridotto, risulta invece essere la strada provinciale 83 di Persico con 0,042, 4 incidenti in media e 5 feriti. Per comprendere meglio i dati è però necessario spiegare quali sono gli indicatori di riferimento: l’incidentalità è data dal rapporto tra il numero dei sinistri con i veicoli per chilometri, ovvero nel rapporto tra gli incidenti e quanto risulta trafficata la strada. Mentre, oltre al numero di incidenti per chilometro, viene riportato anche il numero assoluto di incidenti, morti e feriti, calcolati come valore medio sul periodo di riferimento (quinquennio 2014-2018).

Questo quanto emerge dal rapporto a cura del Centro Regionale Lombardo di Governo e Monitoraggio della Sicurezza Stradale (Cmrl) di Regione Lombardia-Direzione Generale Sicurezza, in collaborazione con PoliS-Lombardia, nell’ambito del webinar dal titolo Incidentalità sulla rete stradale principale di Regione Lombardia. Evento introdotto dall’Assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato, dal direttore generale Fabrizio Cristalli e dal direttore generale di PoliS-Lombardia Fulvio Matone. E proseguito, con il coordinamento del giornalista Paolo Redaelli, con la presentazione del Quaderno ‘Analisi delle tratte critiche per incidente stradale in funzione della lunghezza e dei flussi di traffico’ a cura del gruppo di ricerca di PoliS-Lombardia. Sono intervenuti anche Federica Ancona di PoliS-Lombardia, Giulio Maternini e Michela Bonera dell’Università degli Studi di Brescia.

Relativamente alle strade del territorio, dunque, partendo da quelle con indice più alto detto del collegamento tra Formigara e San Bassano, si prosegue con la strada provinciale 60 Gussola-Solarolo Rainerio con 0,633 di tasso, un incidente di media, un morto di media e un ferito in media. Al terzo posto c’è invece la sp 50 Cremona-Porto Polesine con 0,470 di tasso e media incidenti e feriti a uno.

Sul versante opposto, quindi nell’ambito di una maggiore sicurezza, al secondo posto si attesta la sp40 Paderno-Gadesco con 0,048 di tasso di incidentalità (graduatoria del ‘più ridotto’) con un incidente e un ferito in media. E relativamente alle strade provinciali seguono la 21 Cignone-Corte de’ Frati con 0,052 e due incidenti, un morto e due feriti di media. E la sp 9 San Giovanni in Croce-Spineda con 0,061 di tasso, un incidente e sempre un ferito di media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

01 Aprile 2021