Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA PREVENZIONE

Vaccini: Cremona risparmia le dosi, Crema parte in anticipo

Decisione dell’Asst dovuta alla carenza di fiale. Nell'ex tribunale domenica di lavoro: somministrazioni come in una prova generale

Bibiana Sudati e Stefano Sagrestano

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

29 Marzo 2021 - 08:30

Vaccini: Cremona risparmia le dosi,  Crema parte in anticipo

L'Hub di Cremona

CREMONA/CREMA (29 marzo 2021) - Si presentava deserto, ieri, il centro vaccinale di CremonaFiere. Ma a differenza dello scorso week end, questa volta non è una sorpresa: la decisione di diluire le prenotazioni, fino a dimezzarle, è arrivata dalla direzione di Asst Cremona e va di pari passo con la necessità di «conservare» le dosi a causa della momentanea carenza di vaccini comune a tutta Italia. «Il rallentamento è stato programmato sulla base delle riserve – spiegano da Asst – ma anche per via del passaggio da una piattaforma di prenotazione ad un’altra di prenotazione». Non ci si può permettere al momento di sforare con i quantitativi della prima dose con il rischio di rimanere sguarniti sui richiami che, da calendario, oggi subiranno un’impennata: scattano i 21 giorni per gran parte dei vaccinati Pfizer over 80. Ma nonostante tutto l’attività a Ca’ de’ Somenzi non si è arrestata: approfittando di una giornata meno frenetica si sono concentrati ieri gli appuntamenti dei disabili più gravi, e dei soggetti più fragili che hanno la necessità di tempistiche più lunghe per la somministrazione e l’osservazione, rispetto ai canonici trenta minuti previsti. Totale delle somministrazioni effettuate, circa 300. In attesa che questa settimana arrivi il maxi approvvigionamento promesso. 

A Crema, invece, non aveva senso interrompere per una giornata il flusso dei vaccinandi, in attesa della mattinata odierna, quando partirà ufficialmente – con l’arrivo del commissario regionale Guido Bertolaso – la campagna nell’ex tribunale. Così, ieri, la somministrazione delle dosi nell’ex palazzo di giustizia ha preso il via con 24 ore di anticipo. La struttura sostituisce il tendone dei poliambulatori, per due mesi luogo deputato alla vaccinazione degli ultra 80enni cremaschi, e le altre linee allestite all’ospedale Maggiore.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400