Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'INIZIATIVA

Lotteria degli scontrini: costi alti e confusione, debutto con proteste

Molti esercenti non si sono ancora attrezzati e chi ha modificato i registratori non riscontra il gradimento della clientela

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

02 Febbraio 2021 - 06:40

Lotteria degli scontrini: costi alti e confusione, debutto con proteste

CREMONA (2 febbraio 2021) - Dopo quattro anni di rinvii, è partita la Lotteria degli scontrini: da ieri, facendo acquisti con carte o bancomat e presentando alla cassa l’apposito codice, si potrà partecipare alle estrazioni mensili (la prima l’11 marzo) e a quelle settimanali che inizieranno da giugno. Ma si potrà anche vincere un superpremio da 5 milioni di euro previsto per l’estrazione annuale a gennaio 2022. A Cremona e a Crema la novità ha ricevuto un’accoglienza abbastanza fredda, fra negozianti che ancora devono adeguarsi e che contestano le tempistiche, ed altri che hanno accettato di modificare i registratori ma stanno riscontrando un gradimento basso da parte della clientela. Anche se forse è presto per tracciare bilanci, insomma, il pollice sembra prevalentemente abbassato.

Alla lotteria degli scontrini possono partecipare tutti i maggiorenni residenti in Italia che pagano con carte di credito, prepagate, bancomat o app beni o servizi per almeno un euro di spesa presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Sono esclusi gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale. Non si partecipa nemmeno con i biglietti di cinema, teatri e musei perché in questi casi non è prevista la trasmissione telematica degli scontrini all’Agenzia delle entrate. Lo stesso vale per le ricevute postali, per il pieno di benzina, per l’uso di ticket restaurant o buoni pasto, delle gift card e per i pagamenti dei parcheggi.

Per tentare la fortuna bisogna prima collegarsi al sito lotteriadegliscontrini.gov.it e registrarsi, ottenendo un codice lotteria (codice alfanumerico e codice a barre) che va stampato o salvato sul proprio dispositivo mobile per esibirlo alla cassa a ogni pagamento: si otterranno tanti biglietti quanti euro spesi (fino a un massimo di mille biglietti virtuali per scontrino). Il codice lotteria è abbinato al codice fiscale ma non consente il tracciamento degli acquisti, al sistema lotteria arrivano solo i dati sugli importi spesi e le modalità di pagamento. I vincitori saranno contattati via pec o via raccomandata e si dovranno presentare entro 90 giorni per l’identificazione agli uffici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli del proprio territorio: successivamente riceveranno un bonifico bancario o postale con la vincita. Passati i tre mesi i premi non si potranno più reclamare e i fondi torneranno all’erario. Queste sono le regole da seguire per avere i bonus.

Si parte l’11 marzo con i primi 10 fortunati consumatori che vinceranno 100 mila euro, facendo incassare 20 mila euro agli esercizi dove hanno fatto acquisti cashless tra il primo e il 28 febbraio. Da giovedì 10 giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana 15 premi da 25 mila euro per chi compra e 15 premi da cinquemila euro per chi vende. A partire da quella data, ogni giovedì verranno effettuate le estrazioni settimanali, per tutti gli scontrini trasmessi e registrati dal sistema lotteria dal lunedì alla domenica. All’inizio del prossimo anno, in una data ancora da fissare, si terrà la prima estrazione: premierà uno degli acquisti effettuati dal primo febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e un milione di euro ad un esercente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400