il network

Domenica 07 Marzo 2021

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Inceneritore attivo fino al 2030, Malvezzi: sconfessate le promesse di sindaco e Pd

Dura presa di posizione del consigliere comunale insieme a Federico Fasani e Saverio Simi

Inceneritore attivo fino al 2030, Malvezzi: sconfessate le promesse di sindaco e Pd

L'inceneritore di Cremona

CREMONA (21 gennaio 2021) - Duro intervento dei consiglieri comunali Carlo Malvezzi, Federico Fasani e Saverio Simi in merito all'inceneritore di Cremona.

"Nell’attesa di conoscere le ipotesi progettuali contenute  dallo Steering Commitee sull’economia circolare, frutto di una collaborazione tra AEM Spa, LGH Spa e Padania Acque Spa, evidenziamo - si legge nel comunicato stampa - tre elementi che riteniamo significativi, partendo dalle poche certezze che fin qui sono emerse. Il termovalizzatore di Cremona, di proprietà di LGH, controllata da A2A spa, resterà in funzione almeno fino al 2030 e incenerirà  anche i fanghi da depurazione, come prevede già oggi l’autorizzazione ambientale. Vengono così definitivamente smascherate le false promesse fatte dal Sindaco Galimberti e dalla  coalizione di sinistra nelle campagne  elettorali del 2014 e del 2019. Tutti ricorderanno l’impegno assunto in piazza del Comune da parte di Gianluca Galimberti di spegnere il termovalorizzatore di Cremona dapprima entro il 2017 (entro tre anni dalla sua prima elezione) e poi nel 2024, illudendo i cittadini e le associazioni ambientaliste sulla sua affidabilità. Ebbene, le doppie promesse sono andate letteralmente in fumo e si sono rivelate per quelle che sono: bugie irrealizzabili. Chi le ha fatte allora,  oggi  sposta l’obbiettivo della chiusura al 2030. È la classica tecnica della dilazione infinita, tipica di chi è incapace di mantenere i propri impegni, scappa dalle proprie responsabilità, cercando di scaricare su chi verrà dopo di lui i propri fallimenti...".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Gennaio 2021

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2021/01/21 - 21:24

    comunque anche la giunta perri di cui dove malvezzi era vicesindaco aveva detto che avrebbe dismesso l'inceneritore, e anche loro sanno benissimo che è legato a doppio filo con il teleriscaldamento e se non ci sono fonti di calore alternative sarà molto difficile dismettere l'impianto.

    Rispondi

  • Giorgio

    2021/01/21 - 18:32

    Non e' possibile riconvertirlo? La De Bartolomeis non sarebbe in grado?

    Rispondi

  • Ivano

    2021/01/21 - 16:45

    Come si fa a votare questi venditori di FUMI E dopo che hanno disatteso questa promessa elettorale c'è gente che si ostina a credergli e quindi li rivotano ancora.

    Rispondi

  • roberto

    2021/01/21 - 15:22

    I polmoni dei nostri figli (e i nostri) ringraziano!

    Rispondi

  • renzo

    2021/01/21 - 14:58

    Per quello che vanno d'accordo con i 5 stellle, promettono A e poi fanno B....

    Rispondi