Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA PREVENZIONE

I farmacisti sono pronti: «Disposti a vaccinare»

Il Piemonte ha già siglato l’intesa, in Lombardia si attende il via libera della Regione. Nessun ostacolo all’eventuale accordo, il nodo della presenza del medico nei presìdi

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

21 Gennaio 2021 - 07:12

I farmacisti sono pronti: «Disposti a vaccinare»

La presidente di Federfarma Rosanna Galli

CREMONA ( 21 gennaio 2021) - I farmacisti cremonesi sono pronti a diventare parte attiva nella campagna vaccinale e a somministrare le dosi in loco, ma attendono via libera e risposte dalla Regione. «C’è una disponibilità di massima da parte delle farmacie» ha annunciato intanto il ministro Roberto Speranza, mentre il Piemonte ha già siglato un’intesa con Federfarma e Assofarm.

Rosanna Galli, presidente di Federfarma Cremona, precisa che in Lombardia «tutto è ancora in alto mare». Le ipotesi di accordo ci sono, ma vari aspetti sono ancora da definire: «Innanzitutto sono da stabilire con precisione le condizioni per la somministrazione che, credo, prevederanno anche la presenza di un medico in farmacia. Naturalmente da parte nostra ci sarà disponibilità e massima collaborazione – dice Galli –. Molte farmacie dispongono già di ambulatori interni e spazi idonei, cosa che era già stata chiarita riguardo la possibilità di effettuare screening tramite tamponi rapidi e test sierologici. L’ideale sarebbe fare diventare le farmacie, molto vicine ai territori e alla gente, punti di riferimento sanitari. Sfruttando la sinergia medico-farmacista. Non vogliamo sostituirci a nessuno, sia chiaro».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400