Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

E’più Casalmaggiore, che fatica: sotto 2-1 con Brescia e poi la rimonta

Bajema trascina le rosa al riscatto ed è successo al tie break

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

04 Novembre 2020 - 09:40

èpiù casalmaggiore - millenium brescia diretta ore 20.30

CREMONA (4 novembre 2020) - E’ servito toccare il fondo per risalire alla E’più Casalmaggiore che nel derby lombardo andato in scena ieri sera al palaRadi contro la Banca Valsabbina Millenium Brescia ha dovuto dare il peggio di sé prima di scrollarsi di dosso il peso di tre sconfitte consecutive e rimontare il 2-1 ospite andando a cogliere vittoria (3-2) e due punti al tie break.

STARTING SIX

E'più Casalmaggiore: Marinho, Bajema, Melandri, Montibeller, Vasileva, Stufi, Sirressi (L).

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Bechis, Cvetnic, Veglia, Nicoletti, Jasper, Berti, Parlangeli (L).

1 set - Parisi sorprende tutti lanciando Bajema per Partenio in posto quattro mentre Mazzola sceglie Cvetnic per Angelina. L'avvio di Casalmaggiore è tutto fuorché confortante perchè Montibeller continua a litigare con la palla, gli errori si sprecano e Brescia, senza strafare, prende il comando delle operazioni. Bajema passa all'incasso in prima linea ma paga dazio in seconda consentendo alle ospiti di non perdere mai il vantaggio ed anzi incrementarlo per l'8-11. Fortunatamente per la E'più anche Brescia ha i suoi, evidenti, difetti e bastano un paio di muri ben piazzati abbinati agli errori di Veglia e socie per riportare avanti, senza meriti particolari, le rosa. Il passaggio in prima linea di Jasper frutta la fuga di Casalmaggiore perchè l'olandese tra muri subiti ed errori è l'attaccante aggiunto delle padrone di casa che volano sul 20-16. Il finale di set non è stilisticamente memorabile ma non muta in modo sostanziale le distanze con l'errore di Biganzoli al servizio che vale il 25-21.

NUMERI: eff. attacco: E'più-Brescia 15%-5%; errori: 6-10; 

2 set - l'uno-due di Casalmaggiore in avvio sembra di buon auspicio ma la pochezza delle ragazze di Parisi ingigantisce il muro di Brescia che pare quello di Conegliano al cospetto di una E'più tanto deficitaria tenendo le bresciane avanti per il 6-8. Vasileva è l'ultimo baluardo rosa e quando anche la bulgara spara out il pallonetto ecco che l'8-11 reclama il time out di Parisi. Vanzurova trova finalmente il campo per una inguardabile Montibeller ed il risultato è che la battuta della ceca ricuce il gap sino al 12-13. L'ennesimo attacco spuntato di Vasileva vale l'ingresso di Partenio ma la situazione non cambia di molto e sono più gli errori di Brescia a spingere avanti le padrone di casa che le azioni organizzate da Marinho e socie. Nel momento decisivo la palleggiatrice brasiliana inventa tre pipe consecutive per Bajema tendendo la mano a Brescia che ringrazia, sorpassa e con la doppia di Bonciani sul 22-24 chiude il set.

NUMERI: eff. attacco: 5%-21%; muri: 1-6; errori: 6-9.

3 set - Parisi riporta in campo Vasileva e Rosamaria ma non ci sono vantaggi nelle scelte di Parisi che appare un po' in balia degli eventi. L'attacco di Casalmaggiore fa una fatica terribile a trovare il fondo mentre Brescia, senza strafare, trova ordine e continuità per spingersi sul 7-10. del time out Parisi. Partenio rileva nuovamente una Vasileva irriconoscibile ma Montibeller sta facendo pure peggio e per Brescia è semplice mettere al muro le padrone di casa e tenerle costantemente in svantaggio. Servono un paio di buoni colpi di Partenio per provare a ricostruire le premesse dell'equilibrio sul 14-15. L'ordine del muro-difesa bresciano e l'incapacità di Marinho di concedere vantaggi ai propri attaccanti mantiene le bianconere avanti. Casalmaggiore trova solo la forza per non arrendersi con infamia ma il tentativo è vano e l'irritazione rosa provoca gli errori in serie che valgono il 20-25 del 2-1 ospite.

NUMERI: eff. attacco: 12-36; muri: 0-2; errori: 5-10.

4 set - la campanella suona per Casalmaggiore che, senza alternative, prova a riprendersi prima di alzare definitivamente bandiera bianca. L'anima della riscossa è proprio Kara Bajema, la meno negativa fin qui per il 6-2 certificato da due stampate siderali. La E'più si carica, Brescia si deprime ed il parziale si trasforma presto in un monologo delle padrone di casa cui riesce tutto ciò che non è riuscito nei primi tre parziali. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400