il network

Giovedì 26 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


INFRASTRUTTURE DEL TERRITORIO

Terzi: «Via le sbarre? Bene per la qualità della vita di tutti»

L'assessore regionale ai Trasporti: «È importante che Rfi proceda nella direzione indicata, ovvero quella di eliminare i passaggi a livello in tempi ragionevoli»

Terzi: «Via le sbarre?  Bene per la qualità della vita di tutti»

CREMONA (28 ottobre 2020) - «È importante che Rfi proceda nella direzione indicata, ovvero quella di eliminare i passaggi a livello in tempi ragionevoli. Superare gli attraversamenti ferroviari significa migliorare la mobilità nel suo complesso: le Ferrovie ne beneficiano in termini di efficientamento del sistema e di maggiore sicurezza, inoltre risolvendo le interferenze con la viabilità stradale si rende il traffico più fluido e funzionale. In generale ne guadagna il territorio e la qualità della vita dei cittadini». Con queste parole l’assessore regionale alla Mobilità e ai Trasporti, Claudia Maria Terzi benedice il maxi investimento annunciato nei giorni scorsi da Rfi: la soppressione dei 59 passaggi a livello esistenti sulla linea Codogno-Cremona-Mantova, compreso quello di Maleo teatro della tragedia costata la vita alla 34enne Elisa Conzadori, e la realizzazione di una serie di opere sostitutive e di ricucitura della viabilità esistente, al fine di garantire la permeabilità territoriale rispetto alla linea ferroviaria. Terzi, nella nota diramata ieri, parla di «tempi ragionevoli» e sul fronte della Piadena-Mantova il cronoprogramma è già stato definito: l’intervento avverrà sostanzialmente attraverso due lotti costruttivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Ottobre 2020