Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

Èpiù Casalmaggiore, sconfitta bruciante (3-1) contro Trento

Prestazione al di sotto delle aspettative la Delta Despar passa al PalaRadi (24-26, 25-22, 21-25, 24-26)

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

26 Settembre 2020 - 09:54

Vbc Èpiù Casalmaggiore-Delta Despar Trentino: ore 20,30 PalaRadi di Cremona

CREMONA (26 settembre 2020) - Sconfitta bruciante per la E'più Casalmaggiore che riabbraccia i propri tifosi offrendo una prestazione ben al di sotto delle aspettative, pur con gli alibi del caso. La neopromossa Delta Despar Trentino passa al PalaRadi e fa pure bottino pieno mentre le ragazze di coach Parisi, estremamente altalenanti, devono rimandare sia l'appuntamento con la vittoria che quello con i primi punti in campionato. Ora il match di domenica a Bergamo diventa già una sorta di ultima spiaggia per mantenere inalterate le ambizioni di inizio campionato.

La prima in casa della E'più Casalmaggiore si apre col doppio giallo. Il primo riguarda Laura Melandri, a casa causa indisposizione e, ovviamente, sottoposta ad ulteriori accertamenti; l'altro è quello che riguarda Sam Seliger Swenson, la palleggiatrice americana giunta ieri a Casalmaggiore per sostituire Carli Lloyd e già di ritorno a Ravenna. La scelta di non accettare la sfida proposta dalla Vbc sarebbe da attribuire all'atleta statunitense. Ora, o la società ha l'asso nella manica (trattativa avanzata con Marin, ma la colombiana deve superare le difficoltà di raggiungere l'Italia dato che la Colombia è nella "black list" dei paesi colpiti dal Covid) o serve una soluzione alternativa davvero ardua da ipotizzare nel breve, brevissimo periodo.

IL MATCH

Starting Six
E'più Casalmaggiore - Bonciani, Partenio, Ciarrocchi, Montibeller, Vasileva, Stufi, Sirressi (L).
Delta Despar Trentino - Cumino, Melli, Furlan, Piani, D'Odorico, Fondriest, Moro (L).

1 set - l'avvio risente delle assenze di Casalmaggiore e della fallosa esuberanza di Trento che non approfitto di un avvio appannato di Montibeller consentendo a Vasileva e compagna di restare avanti. Appena le ospiti limitano gli errori le rosa vanno in sofferenza e due errori di una irriconoscibile Montibeller valgono il break ospite (5-0) che ribalta l'inerzia. Gli errori sono l'ago della bilancia di un match che soffre probabilmente l'ansia da prestazione televisiva e si mantiene poco apprezzabile a livello estetico. Trento sembra avere in mano l'inerzia ma due palle sporche trasformate in oro da Partenio rimettono in carreggiata la E'più che passa dal 14-18 al 19-19. Casalmaggiore sorpassa pure (21-20) ma Trento trova un colpo impossibile con D'Odorico e poi piazza il muro su Partenio per il 24-26.

Numeri: 8 errori punto, 5 muri vincenti Vbc; Montibeller 2 punti, 3 errori, 1 muro subito, 18% in attacco.

2 set - Casalmaggiore prova a scuotersi, con scarso profitto, perchè tolta una magata di Bonciani e un paio di buone soluzioni in pipe la sensazione è che sia sempre Trento a decidere i destini del punteggio. La squadra di Bertini è frizzante mentre la E'più fatica a trovare punti di riferimento in ogni fondamentale finendo da Parisi sul 9-12 che sembra aprire una falla evidente nelle certezze vacillanti di Casalmaggiore. Serve uno dei pochi palloni buoni recapitati a Stufi ed una magia dello stesso capitano per non mandare alla deriva il set anche se le rosa devono sudare ogni punto mentre trento difende come un'ossessa e attacca, pur sbagliando, sempre a tutto braccio. Nel momento più difficile il punteggio riagguantato galvanizza Casalmaggiore e sopisce un po' le ospiti che subiscono le buone soluzioni di Bonciani (sorpasso al primo punto del match di Ciarrocchi sul 17-16) e provano a prendere il largo. Il ruggito delle padrone di casa ridimensiona l'esuberanza ospite firmando il break decisivo (11-7) che ristabilisce la parità.

Numeri: Casalmaggiore 52% in attacco, 9 punti di Montibeller (56% in attacco)

3 set - i rapporti di forza sembrano invertirsi ora con Montibeller "on fire" e Bonciani abile ad aprire il campo per le pipe dei propri attaccanti. L'idillio ha vita breve perchè le padrone di casa non danno l'idea di poter evitare gli errori fisiologici che ne frenano l'incedere e sono proprio le incertezze consecutive che rianimano Trento e deprimono Casalmaggiore. Le ospiti mettono la freccia (10-11), le rosa faticano a reagire e Parisi è costretto alla sospensione sul 15-18. Per tornare in partita Casalmaggiore ha bisogno di un'invenzione di Montibeller che trasforma un campanile in un aria-terra in parallela e degli errori di Trento, richiamata da Bertini sul 20-20. L'E'più avrebbe anche in mano la palla del sorpasso ma un'invasione vanifica l'ottima difesa, Trento se ne avvantaggia e non si volta più chiudendo sul 21-25.

Numeri: Attacco: Casalmaggiore 43%-Trento 47%; errori punto: 6-4; muri: 2-0.

4 set - il finale di set problematico sembra riflettersi sull'avvio di quarto parziale (3-6) ma Casalmaggiore ha la forza di reagire e Vasileva firma il sorpasso (7-6). Piani e compagne tentano di rimettere le padrone di casa spalle (8-10) al muro ma la E'più ne esce con rinnovata fiducia grazie alle giocate di Vasileva e Partenio ed al muro di Bonciani per il 17-15. Nel momento in cui dovrebbe azzannare l'avversario alla giugulare, però, Casalmaggiore torna ad essere fallosa ed inefficace, ennesimo momento di black out di una partita vissuta sulle montagne russe e deve tornare da Parisi sul 18-20. Trento ha in mano il biglietto per i tre punti sul 20-23 ma l'ingresso al servizio di Bajema frena le ospiti e vale l'aggancio sul 23-23. Casalmaggiore avrebbe la palla del sorpasso ma Montibeller trova il muro sul suo diagonale (23-24). Partenio annulla il primo match point ma alla seconda occasione una ricezione lunga trova le manipronte di Fondriest per il 24-26

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400