il network

Giovedì 22 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. LO STUDIO

Cremona, settemila contagiati. Seimila tra febbraio e aprile

L’analisi dell’Osservatorio Epidemiologico dell’Ats Val Padana, diretto da Paolo Ricci

Cremona, settemila contagiati. Seimila in due mesi

CREMONA (25 settembre 2020) - In sette mesi, dall’esplosione dell’epidemia, il Covid-19 ha contagiato quasi 7 mila persone in provincia di Cremona – vale a dire poco meno del 2% della popolazione totale –, di cui esattamente 6 mila concentrate tra le fine di febbraio e quella di aprile. Due mesi maledetti, con un picco da brividi registrato il 21 marzo: un avvio nero di primavera con 341 malati in 24 ore. C’è, però, una data precisa in cui la diffusione del virus ha subito una decisa frenata: il 27 aprile. Da quel momento il numero di nuovi casi positivi non ha più superato quota 50 in un singolo giorno. E, sebbene il fenomeno epidemico non si sia mai spento, l’andamento dei contagi si è sostanzialmente stabilizzato fino a somigliare ad una sorta di rumore di fondo, senza più strappi. Gli ultimi mille contagi si sono distribuiti lungo un arco di cinque mesi: poco più di 6 al giorno in media.
Se i numeri bastano a spiegare la situazione di relativa tranquillità in cui si trova attualmente il territorio cremonese, l’analisi dell’Osservatorio Epidemiologico dell’Ats Val Padana, diretto da Paolo Ricci, offre ulteriori spunti rassicuranti: «Ricordiamo da dove siamo partiti. La provincia di Cremona è il territorio che ha subìto sia l’incidenza che la mortalità da Covid-19 più elevate della Lombardia con 1.829 casi e 345 decessi ogni 100 mila abitanti – spiega l’epidemiologo –. In definitiva Cremona è la provincia maggiormente colpita d’Italia e tra le prime in Europa. Se però scorporiamo i dati della sola Fase 2, iniziata il 4 maggio con riaperture progressive dopo il lockdown, il confronto diventa molto favorevole per Cremona, che ora si colloca al terz’ultimo posto nel quadro regionale per incidenza e mortalità, a dimostrazione che la strategia di prevenzione adottata a fronte del picco epidemico è risultata efficace».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Settembre 2020