Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

REFERENDUM SUI PARLAMENTARI

Taglio dei politici. In 268.561 al voto domenica e lunedì

In città gli aventi diritto sono 52.822, per 715 sarà la prima volta. A Castelvisconti e Derovere il minor numero di elettori. Gravi infermità: scade domani il termine per la certificazione

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

18 Settembre 2020 - 08:28

Taglio dei politici. In 268.561 al voto domenica e lunedì

CREMONA (18 settembre 2020) - Sono 52.822 i cremonesi con diritto di voto al referendum costituzionale, 24.801 uomini e 28.021 donne. Fra loro, ci sono 715 neo 18enni al loro primo voto, di cui 56 residenti all’estero che eserciteranno il loro diritto nello Stato di residenza.
In provincia gli aventi diritto sono 268.561, 130.983 uomini e 137.578 donne. Dopo Cremona, Crema (26.135) e Casalmaggiore (10.895) , i centri con il più alto numero di elettori sono Castelleone (7.119), Pandino (6.737), Rivolta d’Adda (6.186) e Soresina (6.025).
Mentre quelli con meno aventi diritto sono Castelvisconti (233) e Derovere (248).
Gli elettori sono chiamati a esprimere un Sì o un No al quesito: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?»
Il referendum, che doveva svolgersi il 29 marzo 2020 ed è stato rinviato per l’emergenza Covid, si svolgerà fra dopodomani e lunedì. I seggi nelle 76 sezioni cittadine (405 in tutta la provincia) saranno aperti domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15.
Per esercitare il diritto di voto, insieme alla tessera elettorale personale, si deve esibire un documento di riconoscimento. Se la tessera elettorale personale si è deteriorata o è inutilizzabile per l’esaurimento degli spazi destinati alla certificazione del voto, l’elettore si deve recare quanto prima (o comunque anche nel giorno della votazione) all’ufficio elettorale per chiedere un duplicato o un attestato sostitutivo o una nuova tessera, presentando la tessera originale deteriorata o esaurita.
In caso di smarrimento della tessera elettorale, l’elettore deve chiedere all’ufficio elettorale un duplicato o un attestato sostitutivo, presentando un’autodichiarazione attestante lo smarrimento.
E in occasione della consultazione referendaria, l’ufficio elettorale (situato in corso Vittorio Emanuele II, 42) sarà aperto al pubblico, senza prenotazione, per il rilascio della tessera elettorale, oltre ai consueti orari, oggi dalle 8,30 alle 18, domani dalle 8,30 alle 18, domenica dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15.
L’ufficio anagrafe (situato in via Ala Ponzone, 32) sarà aperto al pubblico, senza prenotazione, per il solo rilascio delle carte identità per i cittadini che ne abbiano bisogno per recarsi al voto, domenica dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15.
Il Comune ricorda in ogni caso «che la validità dei documenti di riconoscimento e di identità rilasciati da amministrazioni pubbliche è stata prorogata al 31 dicembre».
Per quanto riguarda l’esercizio del diritto di voto da parte di elettori affetti da gravi infermità (voto assistito), il rilascio di idonea certificazione sanitaria (da esibire all’atto della votazione al presidente di seggio), verrà rilasciata, previo appuntamento, chiamando entro domani dalle 8,30 alle 12 il numero 0372 497471. E nella sola giornata di domani dalle 9,30 alle 10,30 presso la Medicina Legale dell’ospedale di Cremona sarà disponibile un funzionario medico, previo appuntamento, contattando il numero 0372 408823.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400