il network

Lunedì 03 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. LA RIPARTENZA

Pedalata solidale da Codogno a Vò con tappa a Cremona

Messaggio dello sport come ritorno alla vita: 8 formazioni ciclistiche italiane della categoria Continental (semi-professionisti) hanno voluto omaggiare il personale sanitario per il lavoro svolto in prima linea durante l’emergenza

Pedalata solidale da Codogno a Vò con tappa a Cremona

CREMONA (11 luglio 2020) - Una pedalata dal forte valore simbolico: partenza da Codogno e arrivo a Vò con tappa centrale a Cremona, per unire idealmente i centri più colpiti dal Covid-19 nel segno della solidarietà.
Così, portando il messaggio dello sport come ritorno alla vita, 8 formazioni ciclistiche italiane della categoria Continental (semi-professionisti) hanno voluto omaggiare il personale sanitario per il lavoro svolto in prima linea durante l’emergenza con una visita dal forte valore emotivo all’Ospedale Maggiore di Cremona.
A capo dell’iniziativa il team cremonese Biesse Arvedi Cycling, che insieme ai delegati degli altri club ha consegnato la maglia speciale dell’iniziativa al dottor Samin Zadeh della Direzione Medica e all’infermiere Giovanni Vultaggio. L’incontro è avvenuto davanti alla tenda triage del Maggiore, luogo simbolo dell’emergenza, con l’ex ciclista cremonese Pier Emilio Bergonzi e Antonio Giannelli, il presidente dell’Associazione per la Pace, in prima linea a guidare la carovana.
La pedalata – non competitiva – ha infatti un risvolto benefico e solidale: le t-shirt speciali indossate dai 24 atleti e dai rispettivi staff sarà infatti messo all’asta online e il ricavato andrà all’Associazione che promuove i valori della pace e della tutale dei minori in 119 Paesi dei 5 continenti.


Gli atleti e gli accompagnatori delle 8 squadre Continental sono partite al mattino da Codogno, salutati dal sindaco Francesco Passerini e dal personale sanitario locale, poi la tappa al Maggiore di Cremona con stop anti-traffico e transizione a bordo delle ammiraglie. Nel pomeriggio è atteso l’arrivo finale dei ciclisti a Vò Eugeneo in provincia di Padova.
Insieme all’Arvedi Cycling, hanno partecipato all’iniziativa anche il team Colpack Ballan, la Sangemini Trevisani Mg K-Vis, l’Area Zero D’Amico UM Tools, la Iseo Serrature Rime Carnovali, la Casillo Petroli Firenze Hopplà, la General Store e il Cycling Team Friuli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Luglio 2020