il network

Lunedì 25 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Il medico di base guarito, Soresina riabbraccia Dante

Dopo 75 giorni di degenza, Frignati è tornato a casa: «Commosso per la vicinanza della gente»

Il medico di base guarito, Soresina riabbraccia Dante

SORESINA (23 maggio 2020) - Alla fine dell’incubo è spuntato un arcobaleno, l’arcobaleno che ha trovato dipinto sullo striscione di bentornato esposto sul cancello di casa. Settantacinque giorni dopo, Dante Frignati è tornato a Soresina.

E ad attenderlo ha trovato una città intera, tutta schierata dalla sua parte. Qualche chilo in meno, ma lo stesso sorriso di sempre, il sessantenne medico di base ha piegato il Covid al termine di un estenuante braccio di ferro. Una battaglia iniziata ai primi giorni di marzo con una forma particolarmente aggressiva del virus. Dopo i sintomi iniziali (tosse insistente, febbre a 39,5°), il quadro respiratorio è peggiorato repentinamente, e il primo ricovero in Medicina a Crema, così come il secondo in Pneumologia sotto ventilazione meccanica, non sono bastati ad arginare gli effetti della polmonite interstiziale: il 13 marzo si è resa necessaria l’intubazione e il conseguente trasferimento in terapia intensiva a Pavia. Arrivato in condizioni preoccupanti, ha superato una prima settimana estremamente diifficile, mostrando lentissimi ma progressivi miglioramenti fino al 27 marzo, data dell’estubazione. Fine dell’odissea? No, perché in seguito a una complicanza Frignati è stato sottoposto a un intervento chirurgico all’Humanitas di Milano, dove il 22 aprile, giorno del suo 60esimo compleanno, ha ricevuto il regalo più bello: le dimissioni coincise con la fine della fase critica. E dopo un mese di riabilitazione qualche ora fa è rientrato da vincitore a casa sua, atteso e abbracciato dalla moglie Sonia e dalle figlie Chiara e Martina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Maggio 2020

Commenti all'articolo

  • germana

    2020/05/23 - 15:02

    Grande dottore si merita tutta la nostra stima. Bentornato

    Rispondi