il network

Mercoledì 27 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Decessi, dati spaventosi per i singoli Comuni. Ma qualcuno si salva

Dai vari paesi arriva la conferma che i morti sono il doppio rispetto ai numeri ufficiali. Drammatiche le statistiche delle Rsa. Per il monitoraggio InTwig c’è qualche eccezione

Decessi, dati spaventosi per i singoli Comuni. Ma qualcuno si salva

CREMONA (10 aprile 2020) - I numeri non dicono mai tutto, ma spesso aiutano a capire. Per quanto sia assodato che il Covid-19 stia mietendo vittime ogni giorno, colpisce una volta di più l’analisi dei dati anche sui singoli comuni, che emergono dal monitoraggio a cura della società InTwig, in collaborazione col giornale La Provincia. Dalle risposte fornite dai sindaci che hanno partecipato alla rilevazione (rappresentativi di oltre il 75% della popolazione cremonese) si ottengono totali disarmanti: 269 i decessi nel marzo del 2019, 1.210 quest’anno. Finora sono 486 (sempre rispetto a questi comuni) i decessi, ma in realtà sono esattamente il doppio, se si considera anche la media negli ultimi anni e il totale del 2020. Fin qui, lo studio consolida e conferma quanto già era emerso a livello di tendenza nei giorni scorsi.

Il dettaglio, poi, si presta a diverse considerazioni: la prima, logica, è l’incremento esorbitante del numero di morti nei paesi e nelle città che sono sede di Rsa o Fondazioni per anziani. Il monitoraggio prevedeva una risposta legata in senso stretto ai residenti, ma dai numeri appare palese come la distinzione, alla fine, sia risultata piuttosto aleatoria. Basta leggere i dati di comuni tipo Castelverde, Sospiro, Cingia, ma anche Stagno, per citarne alcuni. Per Cingia, ad esempio, va segnalato lo zero dei decessi per Coronavirus tra i dati ufficiali, mentre 24 sono i decessi registrati in paese. Caso paradigmatico della situazione: ufficialmente nessuno è deceduto per Covid, di fatto ci sono stati 24 decessi, di cui 4 rientrano nella media, ma venti no e dunque a rigor di logica e di buon senso possono essere attribuibili al virus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Aprile 2020