il network

Mercoledì 27 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, i contagiati cremonesi già ricoverati a Colonia

Trasferiti su un velivolo militare con sei posti di terapia intensiva decollato da Bergamo. Un 67enne di Pizzighettone fra i trasferiti. La figlia: «Restiamo in attesa di buone notizie»

Coronavirus, i contagiati cremonesi già ricoverati a Colonia

CREMONA (31 marzo 2020) - I contagiati cremonesi già ricoverati a Colonia. Trasferiti su un velivolo militare con sei posti di terapia intensiva decollato da Bergamo. Un 67enne di Pizzighettone fra i trasferiti.  «Lì c’è anche mio padre» dice Marcella, mentre sul display dello smartphone osserva le immagini delle ambulanze dirette all’aeroporto di Orio al Serio, scortate dalle pattuglie della Polstrada. Sulla pista dell’hub bergamasco, ad attendere il papà di Marcella e gli altri pazienti trasferiti dalle corsie del Maggiore, c’è l’Airbus A310 MedEvac messo a disposizione dall’Aeronautica militare tedesca. Il velivolo riparte con i malati a bordo per atterrare un paio d’ore più tardi a Colonia: da qui i pazienti cremonesi vengono smistati in diversi ospedali della Renania. «Nei giorni scorsi il personale sanitario dell’ospedale di Cremona ci aveva anticipato il probabile ricovero di papà in Germania – racconta la giovane dall’abitazione dei suo familiari, a Pizzighettone, dove sta trascorrendo i giorni dell’emergenza epidemiologica insieme alla madre e al fratello minore –. Solo oggi (ieri ndr) abbiamo avuto la conferma dell’effettivo trasferimento». L’enorme distanza non amplifica la paura: «In realtà lo spostamento in terra tedesca è di per sé una notizia positiva – spiega Marcella –. I malati con un quadro clinico particolarmente critico non potrebbero affrontare un simile viaggio, tutt’altro che semplice». 

30 Marzo 2020