il network

Sabato 04 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, positivo anziano di Soresina: è ricoverato a Crema

Dopo i casi di Sesto Cremonese e Pizzighettone. Già attivate le procedure di identificazione dei contatti diretti

Intervento alle tonsille. "Ripassi fra tre mesi"

L'ospedale Maggiore di Crema

SORESINA (22 febbraio 2020) - Terzo caso accertato di Coronavirus in provincia di Cremona. Si tratta di un anziano residente a Soresina, che si trova ricoverato da alcuni giorni all'ospedale di Crema. Ancora ignote le modalità di contagio. Il sindaco Diego Vairani è stato informato durante la riunione con i sindaci a Cremona, confermate le ordinanze di chiusura delle scuole sino a data da destinarsi, la cancellazione del mercato di lunedì e di tutti gli eventi sportivi. Il sindaco Vairani: "Confermo la positività accertata di un soresinese. Si tratta di una persona anziana, un pensionato. E' vigile, da quel che mi risulta non sarebbe al momento in gravi condizioni, e sta aiutando il personale sanitario a ricostruire la rete di contatti che ha avuto nei giorni scorsi in modo da risalire, si spera, alla modalità di contagio. Tutte le ordinanze firmate nel corso della giornata rimangono valide". A Soresina la parrocchia ha deciso di sospendere la celebrazione della messe. Sia oggi che domani non ci saranno funzioni religiose, né in San Siro, né al monastero della Visitazione né in casa di riposo.

Spiega il sindaco di Crema Stefania Bonaldi: "Abbiamo appena concluso la riunione in prefettura a Cremona, ci riaggiorneremo domani o domenica: c'è un paziente residente a Soresina, ricoverato presso il nostro ospedale, risultato positivo al virus, per il quale sono state già attivate le procedure di identificazione dei contatti diretti, al fine della esecuzione delle misure di sorveglianza attiva e di isolamento. A fronte delle richieste dei sindaci rispetto a provvedimenti delle autorità superiori, Regione Lombardia ed ATS Valpadana, in coordinamento con il ministero salute, al momento non si assumono provvedimenti limitativi relativamente a: pubblici esercizi, attività e centri commerciali, attività di somministrazione di cibo e bevande, mercati pubblici, attività di impresa privata, celebrazioni religiose". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Febbraio 2020