Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Matrimoni gay, Pd e Sel bacchettano il sindaco

Si consuma il primo strappo tra Galimberti, sindaco cattolico, e le componenti laiche della sua coalizione

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

23 Dicembre 2014 - 15:53

Matrimoni gay, Pd e Sel bacchettano il sindaco

Due neo sposi in una foto di repertorio

CREMONA - Alla fine, com'era prevedibile, è sui temi etici che si consuma il primo strappo tra il sindaco cattolico e le componenti laiche della sua coalizione.

Il Pd, in parte, e più nettamente Sel, due forze determinanti del centrosinistra al governo della città, prendono le distanze dal no di Gianluca Galimberti alla trascrizione dei matrimoni tra gay celebrati all’estero. I democratici parlano di “mancanza di coraggio" mentre i vendoliani entrano nel merito dicendo di avere della famiglia "una visione diversa da quella tradizionale (padre, madre, figli) in cui crede il sindaco".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • germana80

    24 Dicembre 2014 - 16:51

    Bravo il nostro sindaco!!! .NON MOLLARE Era inevitabile questo scontro. Galimberti si è messo dalla parte sbagliata

    Report

    Rispondi

  • fontedelpoggio_

    23 Dicembre 2014 - 21:54

    Ma cosa vogliono questi partiti dal Sindaco?

    Report

    Rispondi

  • fontedelpoggio_

    23 Dicembre 2014 - 21:53

    Ma cosa vogliono?

    Report

    Rispondi