Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Bossi contestato in piazza, in dieci andranno a processo

Due anni fa fu bagarre durante un comizio elettorale al quale partecipò Umberto Bossi, striscioni offensivi: Lo striscione: «Lega predona a casa nostra - Bo$$i sei più in forma che intelligente».

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

13 Maggio 2014 - 17:02

Bossi contestato in piazza, in dieci andranno a processo

Umberto Bossi durante il comizio di Crema

CREMONA - Lo striscione: «Lega predona a casa nostra - Bo$$i sei più in forma che intelligente». Le offese per ‘colonna sonora’: «Lega ladrona, ladri, mafiosi, vergogna, via la Lega dalla città, leghisti fascisti, m...e , bastardi». E poi il candelotto fumogeno. Per la bagarre che si scatenò due anni fa in piazza del Duomo durante un comizio elettorale della Lega Nord a sostegno della candidatura a sindaco dell’onorevole Alberto Torazzi, andranno a processo dieci antagonisti che si sono opposti al decreto penale di condanna (ammende che vanno da sei ai nove mila euro) emesso dal gip Guido Salvini su richiesta dell pm. L’accusa è di aver organizzato e promosso una riunione non autorizzata dalla forza pubblica e di non aver aderito agli ordini intimati dalla stessa. In particolare, di non aver arretrato e sgomberato piazza del Duomo. Inoltre, di aver fatto parte di una radunata sediziosa per aver esibito lo striscione e lanciato slogan offensivi nei confronti di chi era salito sul palco a parlare.

Leggi di più sul giornale di mercoledì 15 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • themitch

    14 Maggio 2014 - 07:05

    Antagonisti?!?! Espatrio forzato in paesi dove certe cose vengono veramente punite.

    Report

    Rispondi