Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Lite tra donne e 'duello' nel parcheggio

Fabio Guerreschi

Email:

fguerreschi@laprovinciacr.it

03 Aprile 2014 - 22:46

Lite tra donne e 'duello' nel parcheggio

Il bilancio finale è il seguente: due agenti della polizia locale finiti al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore (15 giorni di prognosi ciascuno per traumi multipli), la fiancata della loro auto di servizio distrutta, l’intervento di una pattuglia della polstrada del distaccamento cittadino. 
Il tutto per una lite tra due donne, al volante. Nata — nel tardo pomeriggio di mercoledì — per problemi di viabilità: una mancata precedenza. Lite terminata, dopo un inseguimento, nel parcheggio di via Macallè che serve l’ospedale Maggiore, in quel momento affollato. 
L’affronto, cioè la mancata precedenza che ha mandato su tutte le furie una delle due donne (hanno 34 e 36 anni e abitano in un paese del circondario cremasco), si è consumato in corrispondenza della rotatoria che ‘regola’ l’incrocio tra le vie Macallè e Libero Comune. Di qui l’immediata reazione di chi ha subito  ‘l’onta’ e — ci immaginiamo — il classico gesto della conducente in torto. 
Ne è nato l’inseguimento a velocità sostenuta, clacson pigiato e fari che lampeggiavano: pochi metri e le due auto erano nel parcheggio dell’ospedale. Qui il faccia a faccia che si è trasformato in una lite furibonda con grida e insulti.
Scena vista fin dall’inizio dai due agenti della polizia locale, in quella zona per i consueti servizi anti-accattonaggio. Lampeggianti e sirena azionati e intervento. 
Dal comando della polizia locale raccontano che una delle due donne non ha nemmeno voluto saperne — almeno all’inizio — di consegnare i documenti, indirizzando qualche offesa anche ai due agenti. La discussione con l’altra donna è continuata ancora per qualche minuto, ma gli animi erano decisamente più tranquilli. Sembrava tutto finito. Agenti della polizia locale che avevano identificato le due donne ed erano risaliti sull’auto di servizio. 
A quel punto il botto.  Una delle due donne (se volontariamente o meno è ancora in fase di accertamento) risalita in auto ha centrato la fiancata della macchina con i contrassegni della polizia locale. A questo punto arrivo, sempre a sirene spiegate, di una pattuglia della polstrada per rilevare quello che di fatto era un incidente stradale. 
Sbrigate le formalità i due vigili si sono fatti medicare al pronto soccorso. 
Ieri i primi provvedimenti, con pesanti sanzioni amministrative nei confronti delle due donne. Per quanto riguarda il possibile risvolto penale di quanto accaduto serviranno ancora un paio di giorni. Decisivo in tal senso il rapporto che i due vigili stenderanno. 
L’auto di servizio dei ‘ghisa’ è rimasta in garage, inutilizzabile.
CREMA - Il bilancio finale è il seguente: due agenti della polizia locale finiti al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore, la fiancata della loro auto di servizio distrutta, l’intervento di una pattuglia della polstrada del distaccamento cittadino. Il tutto per una lite tra due donne, al volante. Nata per problemi di viabilità: una mancata precedenza. Lite terminata, dopo un inseguimento, nel parcheggio dell’ospedale Maggiore.

Approfondimento sul giornale di venerdì 4 aprile 2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400