Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SPINO D'ADDA

Paullese, raddoppio del ponte: il Ministero annuncia la svolta

Nella risposta all'interrogazione dell'onorevole Pizzetti si legge: "La procedura sarà posta in esame ed approvazione a breve"

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

15 Aprile 2021 - 14:12

Paullese, raddoppio del ponte: il Ministero annuncia la svolta

SPINO D'ADDA (15 aprile 2021) - L'iter per l'appalto dei lavori del raddoppio del ponte sull'Adda è vicino a una svolta. Parola del sottosegretario al Ministero della Transizione ecologica, Vannia Gava, che ha risposto all'interrogazione presentata dal deputato cremonese del Pd Luciano Pizzetti. Nella nota del Ministero si legge che «l’istruttoria sugli interventi è in via di conclusione» e che «la procedura sarà posta in esame ed approvazione a breve».

In premessa, Gava sottolinea come sia «indubbia» la «rilevanza dell’intervento viario in questione, la cui rilevanza strategica per il territorio è ben nota al Ministero che rappresento». Quindi spiega: «Per quanto riguarda gli adempimenti amministrativi in corso (e, in particolare il procedimento di Verifica di Ottemperanza ai sensi dell’art. 185, cc. 4 e 5, D.Lgs. n. 163/2006) evidenzio che la Provincia di Cremona, in qualità di Soggetto proponente, ha richiesto nel febbraio 2020 una sospensione dei termini istruttori del procedimento “considerata la necessità di produrre ulteriori approfondimenti e integrazioni dell’elaborato presentato per la verifica di ottemperanza alle prescrizioni del C.I.P.E. nonché considerato che sono tutt’ora in corso le istruttorie per l’acquisizione dei pareri di AIPO, Autorità di Bacino e del Parco Adda Sud”. Il Ministero ha concesso, quindi, la richiesta proroga di 60 giorni, fissando al 25 aprile 2020 il termine per la consegna della documentazione integrativa volontaria. Il soggetto proponente ha quindi trasmesso nel luglio 2020 la documentazione richiesta ai fini del riavvio del procedimento di Verifica di Ottemperanza. Si sono quindi succedute interlocuzioni con il Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, che ha richiesto elementi integrativi per gli aspetti di propria competenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400