Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LE VACCINAZIONI

Vaccini: sindaco Crema, qualcuno dica a Moratti che è il capo

Post su Facebook di Stefania Bonaldi: "Ha non il diritto ma il dovere di porre immediatamente rimedi". Piloni: "Ogni giorno un disservizio. E a pagare sono i cittadini"

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

21 Marzo 2021 - 13:03

Vaccini: sindaco Crema, qualcuno dica a Moratti che è il capo

Stefania Bonaldi

CREMA (21 marzo 2021) - «Apprezzabile la sincerità e se lo dice l’Assessore competente significa che tutte le critiche che abbiamo fatto in questi giorni sono strafondate e non mosse da ideologia, come ai devoti fa comodo pensare. Ma qualcuno spieghi per favore all’Assessore che lei è il capo e ha non il diritto, ma il dovere di intervenire e porre rimedi. È lì per questo e lo faccia immediatamente!": è quanto ha scritto in un post su facebook Stefania Bonaldi, sindaco di Crema, commentando le critiche rivolte ieri dal vicepresidente e assessore al Welfare della Lombardia Letizia Moratti ad Aria, la società che gestisce le prenotazioni della campagna vaccinale con grossi disguidi per la popolazione. (ANSA)

Sul caos vaccini interviene, sempre su Facebook, anche il consigliere regionale del Pd, Matteo Piloni: "Ieri a #Cremona nessuno in lista. Oggi a #Crema più persone di quelle programmate (una sessantina, che medici e i volontari stanno brillantemente gestendo!). Ogni giorno un disservizio. E a pagare sono i cittadini. È vergognoso. E il sistema che Regione Lombardia gestito da Aria, la società voluta falda Fontana e Moratti, è costato 20 milioni di euro. Soldi di tutti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400