Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MADIGNANO

La lezione del clochard: "L'indifferenza uccide"

Il senzatetto Enrico in cattedra per gli alunni di quinta: "Meglio odiare che essere indifferenti"

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

06 Marzo 2021 - 07:29

La lezione del clochard: "L'indifferenza uccide"

MADIGNANO (6 marzo 2021) - Enrico è una persona senza fissa dimora, un clochard. L’altra mattina è salito in cattedra per tenere una lezione agli alunni della classe quinta, raccontando la sua vita. A invitarlo sono stati gli insegnanti Alex Corlazzoli, Maria Paola Piacentini e Clara Bianchessi. «Abbiamo fatto una delle lezione più belle dell’anno — commenta Corlazzoli, che ha proposto l’iniziativa -. Abbiamo ospitato Enrico, un amico clochard che ci ha parlato dell’indifferenza, dell’amicizia, dell’importanza di essere curiosi e dell’amore. È stata una lezione di educazione civica nella quale abbiamo toccato con mano l’articolo 3 della Costituzione». Articolo che dice che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. «Ad ogni bambino — spiegano i maestri — Enrico ha regalato un braccialetto, dove ogni pietra ha un significato. In cambio ha ricevuto quattro diari: quello della natura, quello della spesa, quello dei sentimenti e quello dei passanti». Della lunga chiacchierata fatta con gli scolari, sono rimaste impresse queste parole di Enrico: «Meglio odiare che essere indifferenti. L’indifferenza uccide».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400